chiedere aiuto

08 Sep 20

La settimana scorsa abbiamo parlato di quelle situazioni in cui non riusciamo ad ottenere quel che vogliamo. Siamo partiti dal fatto che “insistere” senza cambiare è difficilmente la soluzione e poi abbiamo parlato dell’importanta di “prepararsi“, ma, spesso bisogna anche chiedere aiuto.

 Ma occhio, anche chiedere aiuto può essere una trappola se non si fa attenzione a due aspetti su cui vorrei soffermarmi un attimo:

  • il primo è a chi chiediamo aiuto, spesso la nostra richiesta fallisce perchè chiediamo alla persona sbagliata, la persona giusta per noi è preparata ma è anche in grado di aiutarci, di capire dove ci troviamo e di aiutarci a fare un percorso di crescita e ci sentiamo sconfitti e impossibili;
    (oggi giorno, grazie a Internet e ad una distribuzione quasi universale della conoscenza, se non troviamo la persona giusta potremmo armarci di pazienza e provare ad aiutarci da soli, cercando la preparazione nei libri e nei corsi, ma la fiducia in noi stessi e la definizione del percorso dovremmo metterla noi);
  • il secondo è in cosa consiste l’aiuto, l’aiuto, quello vero, come abbiamo detto prima, quando non riusciamo a fare qualcosa, è un “aprirci le porte” più o meno astratte. L’aiuto non è fare le cose al posto nostro, quello si chiama “delegare” ed è un’altra storia. L’aiuto ci mostrerà la strada ma percorrerla dovremmo farlo noi.

Il mio invito possitivo di oggi è a provare a riflettere sui desideri e gli obbietivi che abbiamo abbandonato perchè abbiamo considerato del tutto impossibile fare da soli. C’è qualcuno a cui potremmo chiedere aiuto, o qualche libro, o qualche corso?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.