chi me l’ha fatta in testa (2002)

Oggi voglio parlare di nuovo di un libro per bambini, uno dei miei preferiti in assoluto del periodo in cui leggevo per bambini in una libreria, Chi me l’ha fatta in testa. Una bellissima storia su un argomento tabú e un approccio da talpa.

Come si vede nel disegno della copertina e si legge nel titolo, il libro racconta la storia di una piccola talpa che si ritrova in testa una cacca e decide di vendicarsi e, per farlo bene, prima va a studiare le cacche di ogni animale della fattoria.

  • primo: il protagonista è una talpa, un animale con fama di essere poco socievole, mezzo cieco e ostinato come pochi, non sicuramente conosciuto per la sua intelligenza;
  • secondo: la ricerca è molto dettagliata anche se si parla di un argomento tabù, deve essere sicuro di vendicarsi del giusto “aggressore” e per farlo va a visitare tutti gli animali, a vedere com’è la cacca di ognuno scartandole con realismo e logica fino a quando non trova quella “uguale” a quella che ha in testa;
  • terzo: alla fine, dopo tutto lo sforzo, la vendetta è inutile. Un po’ come il topolino che, al cinema, visto che l’elefante seduto davanti non li lasciava vedere il film, si vendica mettendosi lui davanti all’elefante. La maggior parte delle vendette sono così, costano più di quanto possano fruttare, se mai fruttano qualcosa.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nelle mani di chi regala un fiore rimane sempre un po’ di profumo

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.