Chef (2012)

03 Oct 19

Questa settimana voglio parlarvi di nuovo di una commedia francese, meravigliosa, sulla passione, sul talento, sulle critiche e sull’essere realisti: Chef, con Jean Reno, e Michaël Youn.

Racconta la storia di uno uomo molto particolare, appassionato, ossessivo, incompreso, a volte quasi autistico di quanto può essere perfezionista. Un uomo con una sola cosa in testa, la cucina, e non una cucina qualsiasi, quella più raffinata, quella per pochi intenditori.

Dopo che lo hanno licenziato più volte per essere troppo esigente e puntiglioso e la fidanzata incinta gli chiede di accettare un lavoro vero (come imbianchino) il destino gli offre la possibilità di avverare un sogno, lavorare con il suo idolo, che in quel momento è in una fase di crisi.

Un film meraviglioso perchè i due attori sono fantastici e danno una credibilità infinita ai personaggi. Così umani, così testardi, così orgogliosi a volte. E, allo stesso tempo così creativi e fragili nella loro incapacità di comunicare in altri modi che non prevedano di cucinare.

Infatti è un film sulla fragilità e sull’amore, sulla fiducia in se stessi e negli altri. Assolutamente da vedere.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.

a come a — bis — — bis — bis

a come a — bis — — bis — bis

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che stiamo raccogliendo insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è astrologia, dal momento che parliamo spesso delle diverse voci che abbiamo nella testa e l’astrologia psicologica può aiutarci a capirle e integrarle.

Little Miss Sunshine (2006)

Little Miss Sunshine (2006)

Oggi ho visto di nuovo Little Miss Sunshine, uno di quei film che posso vedere una volta ogni tanto e mi fa commuovere sempre. La storia di una bambina di sette anni con un sogno, diventare reginetta di bellezza, ignorando ingenuamente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti.