Cambio tutto (2020)

Oggi voglio tornare a parlare di una commedia italiana di quelle che amo, Cambio tutto, con Valentina Lodovini, Neri Marcorè, questa volta su amazon prime. Una donna troppo buona per dire quello che pensa, che arriva alla disperazione e cambia tutto dopo un’incontro con un terapeuta carismatico molto particolare.

Racconta la storia di Giulia, 40 anni, che vive una vita frenetica tra lavoro, compagno, ex, vicini e amiche. Ogni giorno sente di dover combattere contro tutti: un nuovo capo senza esperienza e con un debole per le giovani impiegate, un compagno pittore squattrinato e approfittatore con un irrequieto figlio adolescente, una migliore amica presa solo da se stessa e dai suoi amori immaginari, un vicino che fa festa tutte le sere e un ex che sta per sposarsi ma è ancora visibilmente preso da lei.

E va avanti a fare la “carina”, a trangugiare, e a piegarsi finchè un giorno non ce la fa più e va da un terapeuta olistico che le cambia la vita. Le dadelle gocce, ma in realtà le da qualcosa di diverso, le da il permesso che le serviva per credere in se stessa e cambiare vita.

Se non l’avete visto, ve lo consiglio di cuore, personaggi e dialoghi sono credibili e meravigliosi. Ho riso tanto ma ho anche riconosciuto situazioni e reazioni viste molte volte.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

Se Dio vuole (2015)

Se Dio vuole (2015)

Ieri mi sono divertita da impazzire con Se Dio vuole con due attori meravigliosi Marco Giallini e Alessandro Gassmann. Un film tanto simpatico quanto realistico sulla chiesa, sulla fede, la fiducia e la speranza.

di regole ed eccezioni

di regole ed eccezioni

Spesso molti confondono il mio ottimismo con ingenuità. Io non sono d’accordo, infatti abbiamo già parlato più volte di quanto il mio concetto di pensiero possitivo (con due esse) sia più che altro un esercizio di realismo ottimista o di ottimismo realistico, come preferite.

per quale Dio lavori?

per quale Dio lavori?

Nelle religioni polteiste ci sono più dei e si può scegliere a quale Dio dirigersi in ogni momento. Nelle religioni monotesite c’è la chiesa che ci racconta la storia di Dio, una storia che è unica, ma ognuno di noi, dopo la personalizza e può farsi un idea di Dio completamente personale.