Brazil (1985)

Oggi sono di nuovo tornata indietro nel tempo per rivedere  Brazil, di Terry Gilliam, con un Robert De Niro fantastico anche se in un ruolo non protagonista, e Jonathan PryceKim Greist, nei panni di una copia tutto tranne che convenzionale.

La storia ha luogo in un futuro despotico e terribile (inizialmente il titolo doveva essere 1984 e 1/2), in cui la burocrazia e il controllo gubernamentale hanno preso il sopravvento su tutto il resto.

A tratti mi ha ricordato tanto V come vendetta per l’ammirazione che fa sentire verso i “ribelli” e l’odio verso la burocrazia e il potere, 1984 per la descrizione del sistema di governo, e persino Metropolis per la realizzazione grafica.

Una delle cose che più mi ha colpito è stata il livello d’indifferenza che contraddistingue il mondo in cui è ambientato. La scena dell’attentato terroristico a ristorante è stata particolarmente impattante.

E poi, il modo in cui gioca con il confronto tra la terribile realtà e il meraviglioso e fantastico mondo onirico, fino a suggerire che è la miglior scappatoia quando la vita è così insopportabile.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

p.s.- Non ho trovato il trailer perciò vi lascio il finale, se siete di quelli che odiano gli spoiler, non guardatelo ;)…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c'è niente da fare. Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

per quale Dio lavori?

per quale Dio lavori?

Nelle religioni polteiste ci sono più dei e si può scegliere a quale Dio dirigersi in ogni momento. Nelle religioni monotesite c’è la chiesa che ci racconta la storia di Dio, una storia che è unica, ma ognuno di noi, dopo la personalizza e può farsi un idea di Dio completamente personale.

un campo di lamponi

un campo di lamponi

Dicono che c’era una volta un gruppo di ragazzi che, ogni anno, cercava un luogo per fare una settimana di campeggio in una delle valli che circondavano la loro città. Un estate, per caso, trovarono un posto fantastico vicino ad un campo di lamponi.

Mi faccio una promessa (2020)

Mi faccio una promessa (2020)

Con l’arrivo delle vacanze mi torna sempre il desiderio di ordine in casa. Quest’anno ho letto Mi faccio una promessa, entro tre mesi la mia casa sarà uno spettacolo, trovato per caso tra le novità di Amazon Kindle Unlimited.

Il principe dimenticato (2020)

Il principe dimenticato (2020)

Oggi mi sono guardata di nuovo un film con Omar Sy, il principe dimenticato, come in famiglia all’improvviso, una bellissima storia di un padre e di sua figlia. In questo caso, ambientata in due mondi, quello reale e quello della fantasia.