Basta con queste ca**ate (2020)

08 Jul 22

Questa settimana voglio parlarvi del secondo libro Gary John Bishop che ho trovato, Basta con queste ca**ate. Come smettere di raccontarsi palle e godersi di più la vita, un invito a scoprire i tre pensieri che ci sabottano dal profondo del nostro inconscio e come sconfingerli.

Ci racconta come, da bambini, da ragazzi, abbiamo tratto delle conclusioni, su di noi stessi, sugli altri e sul mondo che ci circonda che nascondiamo così in fondo alla nostra mente e non andiamo più a rivederle. Alcune di queste conclusioni ci fanno sentire piccoli e sbagliati, e facciamo di tutto per nascondere le parti di noi che abbiamo concluso che sono inaccettabili.

E, se non ci fermiamo a pensarci, è facile andare avanti così, per anni per tutta la vita, a trovare persone e situazioni che ci facciano confermare quelle conclusioni, e usare tutto il nostro tempo e le nostre energie per nasconderci invece che per smentirle e diventare grandi.

Ci invita, pero, a smettere di vivere la nostra vita orientati al passato, come bambini piccoli e spaventati attenti a non ripetere gli stessi errori, e a viverla pensando al futuro, a quello che vorremmo o potremmo diventare. Usando la nostra immaginazione come gli sceneggiatori di Star Trek, per immaginare cose mai viste, per immaginare come costruirle e come diventare quello che vogliamo.

Perchè, quando conosciamo le nostre personalissime conclusioni, possiamo trovare dentro di noi la nostra vera essenza e tirarla fuori come Michelangelo con il suo Davide. Lavorando per una visione e liberarci dai condizionamenti che ci siamo costruiti per sopravvivere.

Chiaramente, dobbiamo partire dal punto in cui siamo, con le sue luci e le sue ombre, accettando tutto, anche le nostre cazzate, anche le cose che non ci piacciono, di noi, degli altri e del mondo, per poi ridirezionare la nostra attenzione e progettare la vita che vogliamo.

Perchè gli esseri umani sono opere in divenire, in continua evoluzione, ci sono sempre nuovi livelli di efficacia e di vitalità da raggiungere ed esplorare. E ogni giorno della nostra vita o possiamo farci catturare da questo compito, oppure arrenderci, nasconderci dietro le nostre lagne e valanghe di ca**ate.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Se devi scegliere tra avere ragione o essere gentile, scegli sempre di essere gentile.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.