armi di distrazione di massa

Negli incontri con i ragazzi del progetto degli eroi abbiamo parlato delle armi di distrazione di massa, e del loro bisogno di distrazioni, di divertimenti, di cosa nasconde e cosa comporta, ma soprattutto di quanto ci conviene lasciare che questi “bisogni” controllino la nostra vita e le nostre scelte.

Viviamo in un momento storico in cui le possibilità che potremmo avere sono più che mai ma, allo stesso tempo, sentiamo di dover scegliere tra poche opzioni molto limitate. Mai ci sono state così tante persone che odiavano il lunedì, che aspettavano con ansia il weekend o le vacanze, che odiavano tanto le loro vite e credevano così ciecamente di non poter cambiarle.

Senza bisogno di essere complottisti, si può vedere che il nostro “mondo” ci offre tanti stimoli che è facile perdersi. E, dal momento che le nostre vite sono sempre più virtuali, non abbiamo le radici che possano mantenerci saldi al suolo e veniamo portati dalla corrente.

Anche se il concetto di armi di distrazione di massa nasce dall’uso manipolatorio delle informazioni da parte di alcune grandi istituzioni ed entità, con la proliferazione dei social network la capilarità della diffusione di questi messaggi si è moltiplicata ulteriormente.

La maggior parte delle persone passa sempre più tempo a seguire ordini, stimoli e “doveri” e non ha tempo di capire cosa vuole o cosa sta facendo. Per non parlare di goderselo. Capita anche a voi?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Qualunque cosa ti capiti nella vita, tu solo hai la facoltà di decidere come reagire. Se ti abitui a cercare in ogni situazione il lato positivo, la qualità della tua vita sarà più elevata e più ricca. Questa è una delle leggi più importanti della natura

 

contenitore e contenuto

contenitore e contenuto

Dicono che c’era una volta un uomo molto ricco che chiese al monastero del suo paese una funzione religiosa per conmemorare la morte del padre avvenuta l'anno prima. Disse che, siccome la sua famiglia era notevole e molto generosa, volevano che fosse ufficiata dal...

Gli ordini dell’aiuto (2007)

Gli ordini dell’aiuto (2007)

Questa settimana, ho letto Gli ordini dell’aiuto di Bert Hellinger. Un libro che  parla dell’aiuto, dal punto di vista sistemico, e delle regole per aiutare con  il metodo delle Costellazioni Familiari e connettendosi con il sistema, con la coscienza collettiva, per integrare gli aspetti e i personaggi ignorati in ogni situazione.

Hereafter (2010)

Hereafter (2010)

Questa settimana ho guardato Hereafter, un film diretto da Clint Eastwood e protagonizzato, tra altri, da un grandioso Matt Damon. Un film sulla vita e la morte, sulla linea sottile che le separa, sulle persone che possono attraversarla, con esperienze premorte o sentendo delle voci dall’altro lato.

il diavolo e il cavallo

il diavolo e il cavallo

Dicono che c’era una volta un paese in cui tutti erano molto litigiosi, si dice che era un posto così terribile che, il diavolo, quando voleva prendersi una vacanza dall’inferno e vivere sulla terra, si faceva una passeggiata nelle loro strade.