Altruisti si diventa (2016)

O k, lo ammetto, devo sfruttare al massimo l’investimento fatto su Netflix, ma bisogna dire che, cercando bene, si trovano dei film carini e particolari. L’ultimo che ho visto è stato Altruisti si diventa con Paul Rudd e Selena Gomez.

Il titolo originale era “the fondamentals of caring”, Un road movie con tutti gli elementi classici. Quattro personaggi molto particolari, non proprio disadattati ma ognuno con i suoi problemi, che cerca di nascondere e di ignorare al suo meglio, non vivendo al massimo, fino a quando la vita non li costringe.

Quattro personaggi completamente diversi, ognuno con le sue  fragilità, che possono essere usate contro di loro, ma possono anche creare legami, quando si smette di mettere i propri problemi al primo posto e ci si preoccupa per gli altri.

Un invito ottimista e tenero a goderci la vita, ognuno la sua, con tutti i nostri problemi e le nostre fragilità, ponendo più attenzione in tutto quello che possiamo fare (e aiutare altri a fare) di quella che poniamo in tutto quello che non possiamo fare…

Se non l’avete visto, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Primo accordo: Sii impeccabile con la parola. La parola è potente. Usatela nel modo giusto, usatela per condividere l’amore. Usate la magia bianca con tutti, cominciando da voi stessi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Il metodo Ikigai (2018)

Il metodo Ikigai (2018)

Questa settimana ho letto per voi un libro molto interessante: Il metodo Ikigai. I segreti della filosofia giapponese per una vita lunga e felice, in cui Héctor García ci racconta di un suo viaggio e delle esperienze fatte con i centenari Giapponesi.

Il buco (2019)

Il buco (2019)

La prima volta che ho visto qualche immagine di questo film, mi ha infastidito. Poi ho visto qualche recensione e ho pensato di guardarlo, andando oltre la superficie e devo dire che tanto le metafore come il simbolismo mi hanno veramente coinvolta…

empatia consapevole

empatia consapevole

Cercando immagini per rappresentare l’empatia ho trovato questi due fantastici ometti con la scritta “so esattamente come ti senti”. Loro non sono esattamente uguali ma hanno quel che sembra esattamente lo stesso problema.