i paraocchi

Ci sono molte persone che, quando vedono questi cavalli con i paraocchi, dicono “poverini, non possono scegliere dove andare e non possono vedere le meraviglie del paesaggio”. Ci sono altri che dicono “se non avessero i paraocchi impazzirebbero”.

Non saprei dire con quale dei due sono più d’accordo. Entrambi i pensieri e le emozioni che comportano sono ugualmente validi, anzi, se ascoltiamo nel modo giustopossiamo vedere che ci parlano di come pensa o sente, in generale, la persona che li fa, perchè in fondo si tratta di proiezioni pure, perchè fatte su animali e perciò non si possono comprobare.

Il fatto è che non tutti sono consapevoli dei propri paraocchi, ma tutti gli abbiamo, sono diversi, sono invisibili, ma con lo stesso effetto: ci dicono dove dobbiamo guardare e ci nascondono quello che potrebbe distrarci.

Sono fatti di credenze, ce li hanno messi da bambini e siccome li abbiamo sempre portati crediamo che sono parte di noi. Ma non lo sono. Possiamo allargarli, se vogliamo, e persino toglierli, con una sola condizione. Crescere. Crescendo non avremo più bisogno di quel tipo di protezione perchè potremo capire dov’è il pericolo.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a renderci conto di questi paraocchi, a vedere come sono messi, e a prenderci la responsabilità di tenerli o toglierli. A capire cosa succederebbe a ognuno di noi se non li avesse. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Aver bisogno di essere approvato è come dire: vale più il tuo concetto su di me dell'opinione che ho di me stesso.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Prendi in mano la tua vita (2020)

Prendi in mano la tua vita (2020)

Questa settimana mi è caduto tra le mani un libro di Ettore Amato, Prendi in mano la tua vita: 11 passi per realizzare i tuoi sogni. Mi è piaciuto veramente tanto, è un bel rissunto di tante strategie e tecniche, frutto del suo lavoro, raccontato in maniera molto semplice e pieni di esercizi pratici.

Momenti di trascurabile felicità (2019)

Momenti di trascurabile felicità (2019)

Questa settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film italiano, Momenti di trascurabile felicità, diretto da Daniele Luchetti, con Pif e Thony, basato sull’omonimo libro di Francesco Piccolo sulla vita e la morte, sulle scelte che facciamo quando pensiamo di vivere per sempre.

due domande

due domande

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato di potere, di quelle cose che vorremmo fare ma non facciamo, perchè crediamo di non potere o di non dovere fare.