al lupo

Dicono che c’era una volta, in un villaggio nelle montagne, un pastore che, ogni tanto, mandava suo figlio a fare la guardia alle pecore. Il ragazzino si annoiava tanto, mentre pensava agli amici giù in valle che decise di vendicarsi facendo uno scherzo.

Una sera, mentre tuitti gli altri pastori cenavano o dormivano, scese urlando con tutte le sue forze: “Al lupo, al lupo!”. Chiunque lo ascoltò accorse per aiutarlo. Ma, quando arrivarono là dove si trovava lo trovarono per terra, che rideva, era stato tutto solo uno scherzo.

I vicini e gli amici si arrabbiarono molto ma tornarono alle loro case contenti che era stato solo un falso allarme. Tutto sarebbe stato dimenticato se non fosse che qualche giorno dopo decise di rifarlo, e anche qualche giorno dopo ancora.

Ogni volta c’erano meno persone pronte ad aiutarlo col rischio che fosse solo uno scherzo, l’ultima volta ci fu solo suo padre, non si sa se più preoccupato per il figlio o per le pecore. E quella volta fu l’ultima perchè il lupo c’era davvero.

Quando il padre arrivò e lo mandò via, il lupo aveva già divorato due pecore e per poco non si era mangiato anche suo figlio, che era riuscito ad arrampiccarsi su un albero.

Il padre non disse nemmeno una parola, un rimprovero, si vedeva che il ragazzino era molto spaventato e pentito. Aveva capito che non si deve giocare col fuoco e fu lui stesso a dire.

– Grazie papà, e scusa, ero un ragazzino stupido e solo perchè sei arrivato in tempo non sono morto come tale. Domani andrò a chiedere scusa a tutti gli altri in paese e non farò mai più nulla del genere.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

The social dilemma (2020)

The social dilemma (2020)

In questi giorni molti stanno parlando di questo documentario di Netflix, The social dilemma, che racconta i dietroscena dei servizi di social network “gratuiti”, parlando del loro vero prezzo, anche se non è un pagamento diretto.

come ti senti?

come ti senti?

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni, parlando di sentimenti ed emozioni e di cosa li fa scattare, dentro e fuori di noi.

attacco e difesa

attacco e difesa

Di tutte le cose diverse dal solito che ho imparato da quando sono life coach, la cosa che più solleva obiezioni è il fatto che, secondo me, quando una persona dimostra la sua forza lo fa perchè si sente debole, e viceversa.