Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

18 Jun 21

Siccome in questo periodo sto lavorando molto sulla genitorialità, mi sono letta Aiutare i genitori ad aiutare i figli. Problemi e soluzioni per il ciclo di vita,  di Giorgio Nardone. Un bellissimo libro sulla terapia indiretta, in cui i genitori assumono il ruolo decisivo di “coterapeuti” e diventano gli “specialisti” più vicini a cui i figli possono affidarsi.

Uno dei migliori libri sull’aiuto che io abbia mai letto, che può aiutare tutti i genitori, quelli che hanno problemi grandi e quelli che hanno problemi piccoli con i propri figli, a osservare le dinamiche attive nella propria famiglia per poter cambiarle e così risolvere più facilmente i problemi dei figli, modificando i propri atteggiamenti controproducenti e comprendendo come intervenire direttamente sulle realtà disfunzionali, giocando sulla centralità degli aspetti comunicativi e relazionali.

Dai problemi generati quando si pensa se avere o non avere un bambino, in cui i problemi sono tra i futuri genitori e le proprie famiglie di origine, che possono non essere completamente d’accordo e creare dei conflitti che poi potrebbero condizionare il rapporto con i figli.

Durante la gravidanza, in cui la madre può sentire dei cambiamenti fisioligici e psicologici, ansie, paure, intromissioni, e deve imparare a gestire tutto questo prima di diventino trastorni che potrebbe finire per riversare sul bambino.

Ci spiega come affrontare, con le techniche della terapia breve e del problem solving estrategico che abbiamo visto in altri libri, i problemi legati ai diversi cicli dello sviluppo dei bambini, 0-3 anni, 3-6 anni, 6-11 anni, 11-14 anni, 14-19 anni e 19-35 anni; così come alcuni problemi trasversali come quelli legati alla separazione dai genitori o ai ricatti emotivi e manipolazioni.

Per finire c’è un capitolo dedicato alla gestione degli altri membri della famiglia, soprattutto i nonni, e alla coerenza educativa, anche con insegnanti e persone coinvolte nell’educazione che possono perpetrare quelle migliori intenzioni che provocano i peggiori effetti.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Una risposta è il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle. Solo una domanda può puntare oltre.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.