aggiustare il mondo

Dicono che c’era una volta uno scienziato molto bravo che viveva chiuso nel suo laboratorio cercando di trovare una formula per aggiustare il mondo. Gli anni passavano e la cosa sembrava sempre più difficle.

Un giorno sua figlia de sette anni  arrivò nel suo ufficio decisa ad aiutarlo nel suo obiettivo. Visto che non poteva mandarla via lo scienziato dovete inventarsi qualcosa per intrattenerla senza perdere troppo tempo. La prima cosa che gli venne in mente fu prendere una rivista in cui c’era un’immagine del globo e strappare la copertina in mille pezzi come fosse un puzzle.

—  Guarda, amore, ecco un’immagine del mondo, é tutto rotto — disse convinto che ci avrebbe messo almeno qualche giorno a finire, visto che la bimba non aveva mai visto l’immagine prima di romperlo — e dovremmo aggiustarlo. Puoi ricomportlo per me?

La bambina si sedete per terra in silenzio e il padre tornò alle sue domande e ai suoi calcoli. Dopo quel che sembrarono veramente troppo pochi minuti torno da suo papà. 

— Ho finito, ho finito — urlava felice —papá, ho finito!

Lo scienziato alzò gli occhi dalle sue note e, stupito, controllò che era vero. tutti i pezzi erano rimessi a posto, nel loro posto esatto.

— Com’è possibile che tu l’abbia finito così in fretta?– chiese incredulo.

— Era facile papà, visto che non riuscivo mi sono ricordata che mentre lo tagliavi, dall’altro lato c’era un uomo. Quello si che sapevo come aggiustarlo,  e quando l’ho fatto, e l’ho rigirato, tutto il mondo era a posto.

Lo scienziato, pasò dalla sorpresa alla gioia, sua figlia piccola aveva trovato la risposta che cercava da tempo, un cambio di paradigma. Era bastato un cambio di punto di vista, concentrarsi su quel che conosceva meglio, ed il miracolo era accaduto. L’abbracciò, la ringraziò e decise di prendersi una pausa per giocare con lei poter cambiare strategia anche lui.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tu non sei solo la persona che in precedenza hai deciso di essere, ma quella che scegli di essere oggi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Amati (2020)

Amati (2020)

Oggi vorrei parlare di un libro legato all’argomento dei film di cui ho parlato durante questo mese, i rapporti fra uomini e donne. Si tratta del nuovissimo Amati: Piccola Guida Femminile per una Grande Autostima, di Marianna Cimmino.

Think like a man (2012)

Think like a man (2012)

Per finire l’argomento sulle differenze tra uomini e donne, oggi vi parlerò di un’altro film che ho visto su Netflix, Think like a man, che prende titolo da un libro, scritto da un uomo, per le donne, in cui descrive una serie di tipologie di uomini, e le strategie utili per poter conquistarli…

proteggersi o non proteggersi

proteggersi o non proteggersi

La settimana prossima, all’incontro del mese di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni” e parleremo in maniera più personalizzata di protezione e sicurezza.

la libertà di espressione

la libertà di espressione

In questi ultimi anni di boom dei social media, molti dicono che con questi mezzi l’intelligenza è diminuita, altri che era già bassa ma non lo si vedeva. Ognuno può dire la sua e arrivare a migliaia di persone, dai politici all’ultimo arrivato come la signora di “non c’è coviddi”.