affrontare la pausa

Dicono che c’era una volta un ragazzo che voleva diventare monaco ma quando fu al monastero gli dissero che prima doveva prepararsi. Avrebbe dovuto stare da solo due mesi nella sua casa e poi l’avrebbero ammesso.

Il ragazzo, spaventato dall’idea di dover passare tutto quel tempo da solo, chiese al maestro,

– Maestro, ma… io sono venuto per imparare, come posso fare se non mi insegnate voi? Cosa dovrei fare da solo?

– Pulisci la tua. Tutti gli angoli, anche quelli che non hai guardi mai, perchè sono troppo nascosti, difficili da raggiungere. Prenditi cura della tua casa togli polvere, ragnatele e impurità, la tua casa è la parte più esterna di te. Se ti prendi cura di lei, ti prendi cura di te stesso.

– Ma, maestro due mesi sono troppi per passarli a pulire. Poi, cosa posso fare?

-Aggiusta quello che si può aggiustare e butta quello di cui non hai più bisogno. Rammenda, ricama, cuci i bordi sfilacciati, avvita i cassetti e butta o regala quello che non ti serve più, con gratitudine per il tempo passato insieme per chiudere il ciclo. Aggiustare e disfarti di cose ti aiuterà a farlo con le tue emozioni e i tuoi pensieri.

– Ma, maestro, e poi? Mi sembra ancora troppo tempo!

– Semina. Semina in vasi, cura le tue piante, parla con loro, dai loro un nome e cura la loro vita, perchè curando piante e animali curi i tuoi desideri e i tuoi ideali.

– Ma, maestro, se arriva il vuoto, se arriva la paura di ammalarmi e di morire?

– Parla con loro, apparecchia anche per loro, ascolta le tue paure, chiedi loro perchè ti fanno visita e che messaggio hanno per te.

– Ma, maestro, non credo di poterlo fare…

– Vedi, il problema non è l’isolamento ma la paura ad affrontare i tuoi draghi, i tuoi demoni, quelli di cui fuggi ogni giorno. Ma, noi non vogliamo demoni in monastero, devi parlare con loro prima e fare pace con tutti quelli che puoi. Vai tranquillo, è più semplice “farlo” che “pensarlo”.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È più sicuro cercare nel labirinto che rimanere in una situazione senza formaggio

 

Il metodo Ikigai (2018)

Il metodo Ikigai (2018)

Questa settimana ho letto per voi un libro molto interessante: Il metodo Ikigai. I segreti della filosofia giapponese per una vita lunga e felice, in cui Héctor García ci racconta di un suo viaggio e delle esperienze fatte con i centenari Giapponesi.

Il buco (2019)

Il buco (2019)

La prima volta che ho visto qualche immagine di questo film, mi ha infastidito. Poi ho visto qualche recensione e ho pensato di guardarlo, andando oltre la superficie e devo dire che tanto le metafore come il simbolismo mi hanno veramente coinvolta…

empatia consapevole

empatia consapevole

Cercando immagini per rappresentare l’empatia ho trovato questi due fantastici ometti con la scritta “so esattamente come ti senti”. Loro non sono esattamente uguali ma hanno quel che sembra esattamente lo stesso problema.

il demone della rabbia

il demone della rabbia

In questi post dedicati ai demoni abbiamo già parlato del demone della colpa, e di quello della paura, oggi voglio parlarvi di quello della rabbia, un’altro demone molto potente che ci porta a fare cose di cui poi ci pentiamo, così da attrarre gli altri due.