Una spia e mezzo (2016)

Dopo che l’ho citato ieri parlando delle 10.000 ore ho pensato di parlarvi un po’ di più su questo film con The Rock, Una spia e mezzo. Un film che racconta la storia di due compagni di liceo dal cuore tenero, quello cicciotello che veniva preso in giro dai bulli e quello che era il più popolare e amato della scuola.

Il film, infatti, inizia con un momento di bullismo in cui dei ragazzi buttano in mezzo alla pista di basket, nudo davanti a tutti, quel ragazzino cicciotello e sensibile colpevole soltanto di non essere magro e di cantare e ballare sotto la doccia. E in cui, fra le risate di tutti, l’unico che lo aiuta è il capitano della scuadra che gli da la sua giaca per coprirsi.

E poi fa un salto di vent’anni in cui il ragazzo che era la promessa del liceo è diventato tutto l’opposto del previsto, con una vita banale, una fidanzata che ha un lavoro meglio del suo e dei colleghi che lo prendono in giro. Ed il cicciotello è diventato una spia della CIA tutto muscoli che torna e lo stravolge coinvolgendolo in un’avventura inaspettata.

Chiaramente quello che ho amato di più è stato il ruolo di Dwayne Johnson che, come fa spesso nei film, non da nessuna importanza ai muscoli ma ammira il cervello e quello che non si vede…

E anche il fatto che l’altro ragazzo, fino all’ultimo non riesce a recuperare quella fiducia in se stesso, nelle sue capacità, nelle sue intuizioni, ecc. che serve per poter eccellere, per poter dare del proprio meglio e ottenere quello che corrisponde di conseguenza.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quando superi le tue paure, ti senti libero...

 

chi sposare

chi sposare

Dicono che c’era una volta, in un regno d’oriente, un ragazzo appena uscito dalla scuola, brillante e deciso, che voleva avere il maggiore successo nella vita. Era stato eccellente da studente e voleva continuare ad esserlo da adulto.

Non c’è notte che non veda il giorno (2013)

Non c’è notte che non veda il giorno (2013)

Questa settimana torniamo a parlare di un’altro libro di Giorgio Nardone: Non c’è Notte che Non Veda il Giorno, dedicato alla terapia in tempi brevi per gli attacchi di panico, e la gestione della paura, un problema molto più diffuso di quanto sembra.

Tall Girl (2019)

Tall Girl (2019)

Oggi voglio parlarvi di un film che mi ha consigliato mia figlia piccola, Tall Girl, con una fantastica Ava Michelle che deve imparare a convivere con il suo essere troppo alta per i suoi compagni di liceo, amici e nemici, famigliari…

possibilità

possibilità

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, continueremo a fare il discorso su come ci raccontiamo, sul potere inmenso che abbiamo per definire la nostra vita scegliendo le parole che usiamo per raccontarla, e vedremo dei piccoli “trucchi” per cambiare cose nell’inmediato.