Una bugia Di Troppo (2012)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film americano sul parlare, sulla verità e le bugie, ma soprattutto sulle parole di troppo, sul parlare a vanvera: Una bugia di troppo. Con uno spassoso Eddie Murphy e una dolcissima Kerry Washington. Un film che racconta la storia di agente letterario abituato ad usare la sua parlantina per concludere qualunque affare.

Finchè decide di puntare Sinja, un guru della New Age, che gli fa notare che ci sono cose più importanti di quello che lui  ha sempre venerato, inseguito e conseguito. Da quel momento la sua vita va in pezzi: un magico fico sacro spunta nel suo cortile e, ad ogni parola che pronuncia, perde una foglia. Questo lo obbliga a cercare di cambiare metodo prima che cada l’ultima foglia, o la sua vita sarà finita.

All’inizio cerca di trovare un modo tutto nuovo per comunicare, per dire le cose che dice normalmente. Con meno parole, con gesti e con altri stratagemmi.

Ma poi scopre che quello che deve cambiare è più in profondità in se stesso, che deve cambiare prospettiva e guardare dentro di se. Trovare la sua voce interiore nella pace e nel silenzio. Scegliere le cose importanti da dire e dare loro il peso che meritano, con dei fatti, perchè non possano essere portate via dal vento.

E inizia a coltivare il suo albero, ad ascoltare il mondo, a ricevere tutto il bene del mondo che la sua parlantina gli teneva lontano. E rinasce.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Psicotrappole (2013)

Questa settimana sono tornata a leggere qualcosa di Giorgio Nardone, che era da molto che non leggevo, e ho scelto Psicotrappole, che parla di come spesso ci costruiamo, la nostra mente costruisce, delle trappole in cui cadiamo sperando che comportamenti che hanno funzionato in passato debbano per forza funzionare di nuovo.

Malati di sesso (2018)

Anche questa settimana, una commedia italiana, Malati di sesso, con Francesco Apolloni, che oltre a protagonista è anche sceneggiatore e Gaia Bermani Amaral. Una commedia sentimentale sull’amore e il sesso, sulle donne e gli uomini, molto più simili di quanto normalmente ce li raccontino.

ma… tu, ti ami?

Dopo l’incontro della settimana scorsa di facciamo pace, parlando di quanto ci conosciamo siamo finiti a parlare di quanto dipendiamo gli uni dagli altri e ho avuto una delle mie piccole illuminazioni sull’amore incondizionato e sulle basi su cui si possa costruire.

amore, in che senso?

Spesso mi capita di sentire delle persone che dicono che l’amore per gli animali o “ricevuto” dagli animali è meglio di quello delle persone. Dicono che i cani siano più fedeli, che ci amino incondizionatamente e che sia meglio avere affianco un cane che un uomo…