Ultimo viene il leader (2014)

In questi giorni ho letto il mio primo libro di Simon Sinek, che ho sempre adorato nei suoi video di youtube. Anche se non è il primo che ha scritto, questa settimana ho trovato Ultimo Viene il Leader, una meravigliosa riflessione sul significato della leadership, e soprattutto sul breve e lungo termine.

Da una parte analizza come funzioniamo “fuori”, in società, nei gruppi, dalle antiche tribù alle moderne corporazioni. Come è nato il concetto di leadership, come alcuni membri “alpha” più forti e più potenti si prendono cura degli individui più deboli del gruppo.

Dall’altra analizza come funzioniamo “dentro” e come i diversi neurotrasmettitori ricompensano alcune attività e atteggiamenti e non altri. Parla dei quattro principaliincentivi chimici con cui il nostro corpo ci premia quando ci comportiamo in un certo modo:

  • endorfine, ci fanno stare bene, anche nei momenti difficili, anche durante la fatica, per permetterci di raggiungere risultati più grandi;
  • dopamina, ci fa stare bene quando raggiungiamo l’obiettivo, ed è più forte quando l’obiettivo è più difficile da raggiungere;
  • ossitocina, ci fa stare bene quando sentiamo di appartenere a qualcosa, quando abbiamo dei rapporti stretti amichevoli e amorevoli;
  • serotonina, ci fa stare bene quando abbiamo la stima degli altri, quando ci sentiamo ammirati o crediamo di stare facendo le cose giuste non solo per noi.

Per finire fa una riflessione molto interessante sul come il nostro mondo si stia degradando per un eccessiva attenzione al breve termine a dispetto del lungo.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da qualunque disavventura si può trarre un vantaggio (basta avere la pazienza di cercarlo)

 

fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Ci sono stati venerdì manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, ma adesso bisogna vedere se cambiano qualcosa.

Hotei, il Buddha che ride

Dicono che una volta c’era un monaco buddista che cacciava di serpenti, ma dopo averli catturati toglieva loro il veleno per evitare che mordessero i passanti e poi li liberava, e per la sua bontà ottenne l’illuminazione spirituale. Aveva un grande sorriso e una grande pancia, che si crede contenesse una grandissima anima.

Felix e il segreto delle chiavi magiche (2019)

Finalmente posso darvi una notizia che aspettavamo da anni, è uscito, è pronto, è disponibile per essere acquistato e letto, Felix e il segreto delle chiavi magiche è diventato una realtà grazie a Sergio Chiarla e all’editore ETI. È un romanzo pieno di conversazioni su psicologia e filosofia che ho scritto con la speranza di poter portare i miei messaggi anche agli amici con cui non riesco mai ad approfondire certi discorsi, e non solo.

i limiti della bestia

Ad alcuni fa innervosire tutto questo parlare della bestia, ma è solo un gioco, per tirare fuori la bestia che c’è in noi, quella capace di lottare per quello che crede sia importante, spesso con più cuore di molti umani. La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, vedremo cosa la rende così forte, quasi invincibile…