Terminator – Destino oscuro (2019)

Normalmente non scrivo sui sequel ma, Terminator è un film speciale per me, e questa ultima storia, Terminator – Destino oscuro, con Linda Hamilton, oltre a Arnold Schwarzenegger, mi ha fatto pensare di fare un’accezione.

La prima ragione per cui ho voluto fare un eccezione è il fatto che, essendo una storia “nota” non devono spiegarci tutti i dettagli che già conosciamo, non ci stupisce che ci siano robot che viaggiano nel tempo, che siano indistruttibili, ecc. Un po’ come nei film sui vampiri non devono sempre ripetere che l’aglio li tiene lontani o che non possono entrare in casa se non li abbiamo invitati.

Questo è uno dei meccanismi della mente che possiamo imparare a comprendere, a compensare e a sfruttare. Da per scontate delle parti della storia e riempie i buchi con informazioni estrapolate dalla storia nota. Persino all’interno del film, la vecchia Sarah Connor quando Grace le dice che è tornata per salvare Daniela, pensa che lo faccia perchè sarà anche lei la madre del nuovo leader della resistenza.

 La seconda ragione è perchè, come riescono a fare i migliori, la storia si adatta al tempo in cui è creata. Oggi, in un momento in cui le donne stanno cercando di dimostrare che possono fare tutto quello che fanno gli uomini, le eroine sono tutte donne, di diverse età, nazionalità e personalità. Due guerriere androgine pronte a dare la propria vita per salvare la terza che rappresenta la speranza.

La terza è perchè parla di una AI che impara da sola la differenza fra il bene e il male, sviluppa una morale e diventa umana, con le caratteristiche migliori dell’umanità.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c'è niente da fare. Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Criminali come noi (2019)

Criminali come noi (2019)

Oggi voglio parlarvi di un film argentino, bellissimo, che parla di una crisi economica come quella che si dice stia arrivando dopo il coronavirus, con Ricardo Darín, che in spagnolo ha il titolo meraviglioso di La odisea de los Giles, e hanno tristemente tradotto come Criminali Come Noi.

filtrare le notizie

filtrare le notizie

In questi giorni continuano ad arrivare messaggi di ogni tipo, su quello che sta sucedendo, nel nostro paese, negli altri paesi, che possono influenzare il nostro stato d’animo dando fuoco alle nostre emozioni più distruttive, come la paura e la rabbia.

il conto

il conto

Dopo un po’ di giorni, in cui tutti parlano di coronavirus, degli effetti della malattia e delle misure prese per sottometterla che stanno mettendo in moto i diversi paesi, dei suoi effetti anche economici, psicologici e sulla società, voglio dirmi la mia.

obiettivi comuni

obiettivi comuni

Dicono che c’era una volta un preside preoccupato perchè i suoi allievi erano sempre più competitivo fra di loro, non si aiutavano, facevano fatica a fare lavoretti e ricerche di gruppo. Quando iniziarono a snobbare i più deboli e lenti decise che bisognava fare qualcosa.

13 cose che ho imparato giocando a garden scapes (2020)

13 cose che ho imparato giocando a garden scapes (2020)

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho deciso di finire di scrivere proprio in questo periodo di quarantena, chiaramente, visto che lo sto scrivendo ora non potete ancora trovarlo nelle librerie ma potete leggerlo online, lo sto scrivendo su Wattpad e si chiama 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.