superficialità…

19 Dec 17

Laltro giorno, mentre facevo consulenza aziendale, parlando con i miei colleghi di sicurezza dei dati, uno di loro ha detto una frase che mi ha fatto riflettere: “la superficialità è la fonte di ogni fregatura”.

Si parlava di sicurezza informatica e di phishing, e di come è facile aprire la porta del nostro computer ad un trojan, semplicemente inserendo username e password in un sito che sembra qualcos’altro ed… è fatta: qualcuno può da lontano accedere al nostro computer e a tutto quello che c’è in esso.

La buona notizia è che è anche abbastanza facile difendersi, facendo attenzione, non scaricando file che non conosciamo e non seguendo i link proposti dagli email strani, ma… se necessario digitando noi stessi le URL. Io preferisco dire che è la fonte dei rischi, non degli effetti. dire che è la fonte dei rischi, non degli effetti.

Ma la cosa importante è che non vale solo per i rischi informatici. Anzi, la superficialità è la madre della maggior parte dei rischi in qualsiasi ambito della nostra vita, anche a livello personale. Anche il rischio di non capirsi, di non riuscire a fare le cose nel modo migliore dipende molto della nostra superficialità.

Il problema è che viviamo in un mondo in cui la superficialità non va solo permessa, ma persino promossa e incoraggiata. E i problemi (o i rischi) che da essa provengono vengono estrapolati come qualcosa di ineluttabile. Quando basterebbe fare attenzione, approfondire e concentrarsi su ciò che stiamo facendo…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Da qualche parte tra questo pianeta e la luna, il basso si trasforma in alto e l’alto in basso.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.