Storia di una balena bianca … (2018)

Ogni tanto mi piace leggere dei racconti più leggeri che mi fanno rilassare e osservare la vita con occhi nuovi, come questa settimana ho riletto Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa, di Luis Sepulveda.

Un libro che racconta la storia della Balena che ispirò Moby Dick, raccontata con parole sue. Una storia molto vecchia raccontata con parole così semplici che forse solo un bambino può comprendere…

Un bambino molto piccolo ancora non inquinato dall’educazione dei grandi, ancora capace di parlare la lingua degli animali e di comprendere quanto sono pazze alcune delle cose che fanno gli uomini, alcuni uomini.

 Una delle cose che più mi è piaciuta è stata il modo in cui spiega come gli animali parlano senza parole, solo guardandosi negli occhi, si trasmettono le emozioni, i ricordi, le storie, come se fossero dei video, dei filmati muti.

E l’altra è stata la contraposizione fra gli uomini del mare e i cacciatori di balene, che mi fa riavere fiducia nell’umanità, nella salvezza di alcuni quando le cose si metteranno male.

L’avete letto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.