spiegare ai genitori

Ci sono molti libri con titoli tipo “certo argomento” spiegato ai mie figli. Ma non ho ancora visto nessuno intitolato “certo argomento” spiegato ai miei genitori. Forse un giorno ne scrivero uno, anzi… una collana.

Non perchè i miei genitori siano particolarmente ignoranti, scemi, o stupidi… (come spero non lo siano i figli degli autori dei libri di cui parlavo prima), ma proprio perchè sono intelligenti ma hanno vissuto più tempo di noi in questo mondo costruito su delle letture sfalsate della realtà e per adattarsi e sopravvivere hanno imparato delle cose tremendamente false che adesso devono disimparare.

Hanno una serie di credenze limitanti installate così nel profondo che credono siano la verità, ma allo stesso tempo hanno vissuto abbastanza tempo da aver visto che non sempre è così, e iniziano ad avere dubbi.

Mi piace parlare con i miei genitori, e con gente di una certa età perchè quando si rivolgono a me lo fanno perchè quello che avevano insegnato loro fin da bambini non ha funzionato, e si chiedono come mai.

Hanno già visto che le relazioni causa-effetto non sono com’erano state raccontate e sono più preddisposti a mettersi in gioco e a mettere in discussione le cose che fino ad allora avevano dato per scontate.

Come con i bambini e i giovani, posso sempre imparare molto da loro, da riutilizzare nella mia vita, e mi ispirano delle metafore complesse e complicate, rispetto a quelle che bisogna usare per i bambini, e mi mettono in difficoltà visto che sono molto più difficili da convincere e, in fondo, amo le sfide!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È più sicuro cercare nel labirinto che rimanere in una situazione senza formaggio

 

fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Ci sono stati venerdì manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, ma adesso bisogna vedere se cambiano qualcosa.

Hotei, il Buddha che ride

Dicono che una volta c’era un monaco buddista che cacciava di serpenti, ma dopo averli catturati toglieva loro il veleno per evitare che mordessero i passanti e poi li liberava, e per la sua bontà ottenne l’illuminazione spirituale. Aveva un grande sorriso e una grande pancia, che si crede contenesse una grandissima anima.

Felix e il segreto delle chiavi magiche (2019)

Finalmente posso darvi una notizia che aspettavamo da anni, è uscito, è pronto, è disponibile per essere acquistato e letto, Felix e il segreto delle chiavi magiche è diventato una realtà grazie a Sergio Chiarla e all’editore ETI. È un romanzo pieno di conversazioni su psicologia e filosofia che ho scritto con la speranza di poter portare i miei messaggi anche agli amici con cui non riesco mai ad approfondire certi discorsi, e non solo.

i limiti della bestia

Ad alcuni fa innervosire tutto questo parlare della bestia, ma è solo un gioco, per tirare fuori la bestia che c’è in noi, quella capace di lottare per quello che crede sia importante, spesso con più cuore di molti umani. La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, vedremo cosa la rende così forte, quasi invincibile…