sassolini

Dicono che c’era una volta un uomo che si sentiva molto sfortunato. Aveva un lavoro ma non gli piaceva, aveva una famiglia ma avrebbe voluto che fosse più numerosa. Aveva una moglie ma avrebbe voluto che fosse più bella. Anche lui avrebbe voluto essere più bello.

Una sera, tornava a casa dal lavoro, sommerso nei suoi pensieri. Si era fatto tardi perchè avevano delle scadenze da rispettare e la macchina era dal carroziere perchè aveva avuto un piccolo problema.

Anche se camminava con la testa bassa, quando attraversava il ponte, trascinando i piedi, inciampò in un sacchetto di sassolini. Lo raccolse e guardo al suo interno, c’era poca luce ma potè capire, dal loro tatto, che erano tanti piccoli pezzi di vetro.

Ne buttò uno al fiume pensando… “se questi fossero diamanti potrei essere felice”. Poi ne prese un’altro e lo lanciò pensando “se avessi un lavoro migliore potrei essere felice”. Poi ne prese un altro e lo lanciò pensando “se avessi un corpo più bello potrei essere felice”. 

Così facendo attraversò tutto il ponte, senza fermarsi, lanciando al fiume tutti i sassolini tranne l’ultimo, che rimasse nel sacchetto perchè il ponte era finito, e continuò la sua strada rimuginando le sue mancanze.

Quando arrivò a casa raccontò a sua moglie della giornata stressante al lavoro e ascoltò anche le sue lamentele. Poi si accorse del sacchettino nella tasca e lo tirò fuori per vedere di che colore erano i pezzettini di vetro.

Per sua sorpresa scoprì che quel che c’era nel sacchettino era un diamante e si sentì ulteriormente sfortunato perchè non si era accorto prima.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Terzo accordo: Non supporre nulla. Il modo per evitare di fare supposizioni è quello di fare domande. Assicuratevi che la comunicazione sia chiara. Se non capite, chiedete.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Criminali come noi (2019)

Criminali come noi (2019)

Oggi voglio parlarvi di un film argentino, bellissimo, che parla di una crisi economica come quella che si dice stia arrivando dopo il coronavirus, con Ricardo Darín, che in spagnolo ha il titolo meraviglioso di La odisea de los Giles, e hanno tristemente tradotto come Criminali Come Noi.

filtrare le notizie

filtrare le notizie

In questi giorni continuano ad arrivare messaggi di ogni tipo, su quello che sta sucedendo, nel nostro paese, negli altri paesi, che possono influenzare il nostro stato d’animo dando fuoco alle nostre emozioni più distruttive, come la paura e la rabbia.

il conto

il conto

Dopo un po’ di giorni, in cui tutti parlano di coronavirus, degli effetti della malattia e delle misure prese per sottometterla che stanno mettendo in moto i diversi paesi, dei suoi effetti anche economici, psicologici e sulla società, voglio dirmi la mia.