sapere e imparare

In questi giorni mi è capitato spesso di parlare con ragazzi più giovani che stanno cercando il loro posto nel mondo, che ancora non sono tanto sicuri di sè stessi e vivono fra la diffesa della loro identità e il mettersi in gioco.

Da una parte sanno di non sapere, dall’altra incontrano molte persone che pretendono da loro che sappiano. Loro sanno di essere qui per imparare, ma si trovano a confronto con delle persone che si arrabbiano conloro perchè non sanno.

Il fatto è che la scuola vacanza che è la vita non funziona come la scuola che abbiamo creato noi umani. Si dice che prima si fa l’esame e poi ci spiega la lezione ma quel che non dicono è che di ogni esame possiamo imparare diverse lezioni e, soprattutto, come capire qual’è quella giusta. Soprattutto perchè, se impariamo la lezione sbagliata, l’esame ce lo troveremo di nuovo e di nuovo finchè impareremo quella giusta.

Se ci facciamo le domande sbagliate, queste ci porteranno a trovare delle risposte sbagliate e ad imparare le lezioni sbagliate. Se le persone con cui abbiamo a che fare ci fanno le domande sbagliate e noi le ripetiamo, rischiamo di imparare male.

A questo punto, come nelle barzellette, ci sono una notizia buona e una cattiva. La cattiva è che “è impossibile per un uomo imparare quel che crede di sapere già”, come diceva Epitteto.

La buona è che abbiamo uno strumento dentro di noi, gratuito e facile da usare per capire se le domande o le risposte sono giuste o sbagliate. Questo strumento è il nostro cuore, il modo in cui ci sentiamo quando le facciamo, se ci sentiamo bene siamo sulla strada giusta.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.