ricrescere senza paura

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato di come nella nostra società siamo abituati a vivere nella paura ma possiamo sempre decidere di ricrescere nell’amore. Possiamo sempre renderci conto di quando emozioni come la paura ci stanno salvando o stanno fermando la nostra evoluzione.

Per come la vedo io non ci sono emozioni positive e negative, non è che la gioia è sempre bella e la paura sempre brutta. Come ci aveva insegnato il film inside out, ogni emozione ci fa notare una combinazione di ciò che abbiamo dentro e quel che succede fuori, come dicevamo ieri parlando di scintille e gas.

Infatti, abbiamo parlato dei rischi della paura, o meglio, dei rischi che comporta prendere decisioni in preda alla paura, esagerando gli effetti della stessa, perchè la paura può portarci a:

P come proteggerci, prendere precauzioni e aspettarci problemi, ma anche a procrastinare e porci domande.

A come austerità, arrendersi, apatiaastinenza e arrendevolezza, che può farci perdere occasioni.

U ome umore variabile e ubbidienza cieca a ordini o a credenze che non condividiamo, e che può scivolare nel vittimismo.

R come razionalizzare tutto, senza capire le difficoltà che comporta, come rifiutare dell eopportunità di essere felici per paura di soffrire, come portare rancore o avere rimpianti.

A come afflizione, astio, apatia, angoscia, amarezza e ansia. che possono renderci la vita veramente impossibile.

E abbiamo parlato di come il modo migliore per capire quando stiamo esagerando potrebbe essere guardarla in faccia e trasformarla in un rischio da gestire.

Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Qualcosa da aggiungere? Venite al prossimo che continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Gli errori delle donne (2010)

Gli errori delle donne (2010)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un di Giorgio Nardone, un manuale breve e semplice chiamato Gli errori delle donne (in amore). In questo libro non parla di disturbi psichici e comportamentali ma di copioni psicoemotivi che le donne mettono in atto nelle relazioni amorose.
Brazil (1985)

Brazil (1985)

Oggi sono di nuovo tornata indietro nel tempo per rivedere Brazil, di Terry Gilliam, con un Robert De Niro fantastico anche se in un ruolo non protagonista, e Jonathan Pryce e Kim Greist, nei panni di una copia tutto tranne che convenzionale.
amare o non amare

amare o non amare

Molte persone decidono di smettere di amare, dopo delle serie più o meno lunghe di frustrazioni e di rapporti che non sono andati come speravano. Dimenticano che rinunciare ad amare è come rinunciare a respirare, a mangiare o a bere.
vivere al limite

vivere al limite

Ci sono persone che dicono di vivere al limite perchè vivono al di là di quello che fanno gli altri, di quello che si aspetta da loro, di quello che sono le convenzioni. Secondo me, in realtà, tutti viviamo al limite. Quelle persone soltanto lo pongono in una posizione diversa, ma tutti viviamo al nostro limite.