responsabilità e bisogno

Ieri sera all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di responsabilità, di come capire quali sono le nostre responsabilità e quali sono le cose che rubano solo tempo ed energie perchè in fondo non dipendono da noi.

E abbiamo visto che la prima cosa che dipende da noi è il nostro atteggiamento. Il modo in cui rispondiamo alle cose che ci succedono, quello dipende solo da noi.

Quando qualcuno non ci apprezza, quando ci chiede più di quanto  vogliamo o possiamo dare, quando qualcuno pretende che noi facciamo quello che lui o lei crede sia meglio… sta a noi decidere come rispondere:

  • possiamo arrabbiarci, diffenderci, pensare che il mondo è ingiusto con noi e perdere tempo ed energie cercando di cambiare gli altri, cosa che non dipende da noi;
  • possiamo rattristirci, chiuderci, pensare che quelli sbagliati siamo noi, che dovremmo cambiare qualcosa, che dovremmo sentire o pensare diversamente, senza riuscirci e senza riuscire ad essere felici;
  • o possiamo rimanere neutrali, comprendere che ognuno ha le sue ragioni, le sue prerefenze, ugualmente rispettabili ed amarci e accettarci tanto che le parole e le pretese degli altri non ci scalfiscano.

Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Qualcosa da aggiungere? Venite al prossimo che continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nelle mani di chi regala un fiore rimane sempre un po’ di profumo

 

fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Ci sono stati venerdì manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, ma adesso bisogna vedere se cambiano qualcosa.

Hotei, il Buddha che ride

Dicono che una volta c’era un monaco buddista che cacciava di serpenti, ma dopo averli catturati toglieva loro il veleno per evitare che mordessero i passanti e poi li liberava, e per la sua bontà ottenne l’illuminazione spirituale. Aveva un grande sorriso e una grande pancia, che si crede contenesse una grandissima anima.

Felix e il segreto delle chiavi magiche (2019)

Finalmente posso darvi una notizia che aspettavamo da anni, è uscito, è pronto, è disponibile per essere acquistato e letto, Felix e il segreto delle chiavi magiche è diventato una realtà grazie a Sergio Chiarla e all’editore ETI. È un romanzo pieno di conversazioni su psicologia e filosofia che ho scritto con la speranza di poter portare i miei messaggi anche agli amici con cui non riesco mai ad approfondire certi discorsi, e non solo.