quanti reni abbiamo

Dicono che molti anni fa all’università di medicina, c’era un professore che era il panico di tutti gli allievi del primo anno, per la sua prepotenza, per la sua arroganza e per i modi che aveva di umiliarli invece di aiutarli a crescere.

 Una mattina si diresse ad una delle allieve più promettenti del primo anno e gli chiese:
    — Quanti reni abbiamo?
    — Quattro! — rispose lei.

— Quattro? — replicò l’insegnante, nel suo ghigno si vedeva il piacere che provava quando i ragazzini sbagliavano. — Mi porti un mucchio di fieno — disse ridendo al suo asistente — ci servirà visto che abbiamo un asino in sala.

— E anche un caffé per me! — aggiunse la studentessa — perchè a sbagliare è stato il professore.

Il professore si alterò ancora di più ed espulsò l’alunna della classe. Ma lui l’aspettò all’uscita e gli disse:

Mi scusi prof, ma avevo ragione, la mia risposta era giusta… lei mi ha chiesto quanti reni abbiamo, e io ho risposto “quattro”, perchè tra lei e me ne abbiamo quattro, due ognuno, no? Dal momento che mi ha chiesto usando il plurale, io le ho risposto di conseguenza, se mi avesse chiesto il perchè della mia inusuale risposta invece di mortificarmi la cosa sarebbe finita lì. Io sono uscita quando me l’ha ordinato perchè non volevo esagerare e non volevo umiliarla davanti a tutti, ma domani quando mi chiederanno dovrò dire la verità.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

Nick lo scatenato (1984)

Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sull’allenamento, e sul coaching.

il salto quantico

il salto quantico

Molti coach e guru amano parlare di salti quantici, spesso li dipingono come qualcosa di complicato, di strano, di magico, quasi irragiungibile per molti. Secondo me il salto quantico è qualcosa di semplice (che non vuol dire facile) e ve ne parlerò al prossimo incontro di facciamo pace.

facile, facile

facile, facile

Viviamo in un mondo che è governato, tra altri “concetti” stres-santi e frustranti, dal culto del “facile, facile“. Siamo circondati da apparati e apparecchi che ci rendono la vita più facile ma questo potrebbe tornarci contro come un boomerang.