Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada (2013)

V isto che questa settimana stiamo parlando molto di felicità, oggi voglio parlarvi di un libro dal titolo Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada, un libro piccolo, concreto, pratico e chiaro, come piace a me, che spiega come ritrovare la gioia di vivere conoscendo e rispettando cinque principi chiave.

  • il principio del Pensiero, ci invita a renderci conto che i nostri pensieri sono volontari, non involontari, che possiamo cambiare il nostro modo di pensare e soprattutto smettere di confondere pensiero e realtà;
  • il principio dell’Umore, ci invita a comprendere che pensare è un’attività volontaria e dipende dal nostro stato d’animo, dal nostro umore, sapendolo possiamo comprendere meglio sia gli effetti del nostro umore nella nostra vita che come cambiarlo;
  • il principio delle Realtà Separate, ci invita a notare che ciascuno pensa in modo unico e ineguagliabile e vive in realtà psicologiche separate, e che tutte le versioni sono ugualmente valide, non si escludono a vicenda, ma sono solo diversi punti di vista;
  • il principio dei Sentimenti, ci invita ad ascoltare sentimenti, sensazioni ed emozioni che fanno da barometro per comprendere quando stiamo andando fuori strada, diretti verso l’infelicità, se non le zittiamo coi nostri pensieri;
  • il principio del Momento Presente, ci ricorda che il solo momento in cui possiamo essere felici, soddisfatti e realizzati è il presente, ma spesso passiamo più tempo pensando al passato o al futuro che a quello che abbiamo tra le mani in ogni momento.

Lo avete letto? Cosa ne pensate?… Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Il Ritorno di Mary Poppins (2018)

Anche oggi, voglio parlare di immaginazione con Il Ritorno di Mary Poppins, molto particolare perchè è un musical e anche un mix di animazione e attori. Diciamo che a me piacciono tutti i generi, ma ve ne voglio parlare perchè credo che tutti abbiamo bisogno di questo tipo di messaggi… E, come cantano a metà film “non dovremmo giudicare un libro dalla copertina” nè un film dal suo genere.

di eroi e di battaglie

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

corpo, mente e spirito

Ieri stavo riflettendo alla ricerca di una nuova metafora per rappresentare la nostra tripla natura, come corpo, mente e spirito, un po’ ispirata dai libri che sto leggendo e preparando ma anche dai discordi con alcune persone molto scettiche, e mi sono ricordata i disegni delle isole che avevo fatto per parlare di ponti e di tunnel.

come si perde la vita

Dicono che c’era una volta un bambino che viveva con i nonni perchè i genitori erano morti quando era molto piccolo. I nonni erano anziani ma arzilli e non gli fecero mai mancare nulla. Cresceva felice e sereno finchè un giorno venne a mancare anche la nonna.