prima pensa, poi parla…

Anche oggi, per parlare del prossimo incontro di facciamo pace, voglio iniziare con una frase italiana che mi ha fatto ridere quando l’ho vista per la prima volta, la regola delle 12P:Prima pensa, poi parla, perché parole poco pensate possono portare parecchie puttanate”.

Il concetto è chiaro, pensare prima di parlare per evitare conseguenze impreviste e indesiderate. Perchè bada a come parli vuol dire anche questo, vuol dire ascolta quello che dici, ma vuol dire anche decidi cosa vuoi dire e cosa vuoi tacere, sapendo l’importanza che avrà quello che dirai.

Ci sono parole inocue e parole molto pericolose, e soprattutto ci sono emozioni dietro che possono essere osservate e gestite prima di parlare. Perchè spesso le parole sono frutto dell’emozione del momento ma una volta dette, una volta condivise, come le frecce, una volta scagliate, non possono essere riportate indietro.

La buona notizia è che possiamo sempre prenderci la responsabilità delle nostre emozioni e mantener il nostro linguaggio pulito, concreto e circoscritto alla realtà e al momento in cui stiamo parlando. Senza generalizzare (questo mondo va sempre peggio), senza ettichette (ai buoni li prendono in giro) e, soprattutto, senza dare troppa importanza né a confronti (i miei problemi sono più gravi dei tuoi) né a categorie (tutti i politici sono ladri)

In realtà ho trovato tre diverse versioni, con 10, 11 e 12P“, ma questa è quella che mi piace di più, perchè introduce la variabile probabilistica, il rischio, la possibilità, la potenzialità. Perchè non sempre succede, non sempre le cose vanno male, tante volte ci va anche bene, ma forse è meglio prevenire (di nuovo una P).

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Spero di si… se vi va di partecipare, vi aspetto!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quarto accordo: Fai sempre del tuo meglio. Non dovete giudicarvi, sentirvi in colpa o punirvi se non riuscite a mantenere questi accordi. Se fate del vostro meglio, vi sentirete bene.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Fatti il letto (2018)

Un’altro libro piccolo ma interessante è fatti il letto, scritto dall’ammiraglio William Harry Mcraven, in cui raccoglie i punti salienti del suo discorso davanti ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi. Un discorso pieno di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé.

Mia moglie per finta (2011)

Oggi per San Valentino, voglio parlarvi di una fantastica commedia romantica all’ammericana: After Earth, con Adam Sandler , Jennifer Aniston e Nicole Kidman, che sembrano aver fatto un patto col diavolo per sembrare sempre giovanissime e perfette.

coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

fette di salame

Q ualche giorno fa, durante una conversazione con una collega sulla comunicazione, parlavamo delle così dette “fette di salame” che a volte abbiamo quando amiamo o apprezziamo troppo qualcuno e che interferiscono con quello che capiamo di quello che lui o lei dice.