prima pensa, poi parla…

Anche oggi, per parlare del prossimo incontro di facciamo pace, voglio iniziare con una frase italiana che mi ha fatto ridere quando l’ho vista per la prima volta, la regola delle 12P:Prima pensa, poi parla, perché parole poco pensate possono portare parecchie puttanate”.

Il concetto è chiaro, pensare prima di parlare per evitare conseguenze impreviste e indesiderate. Perchè bada a come parli vuol dire anche questo, vuol dire ascolta quello che dici, ma vuol dire anche decidi cosa vuoi dire e cosa vuoi tacere, sapendo l’importanza che avrà quello che dirai.

Ci sono parole inocue e parole molto pericolose, e soprattutto ci sono emozioni dietro che possono essere osservate e gestite prima di parlare. Perchè spesso le parole sono frutto dell’emozione del momento ma una volta dette, una volta condivise, come le frecce, una volta scagliate, non possono essere riportate indietro.

La buona notizia è che possiamo sempre prenderci la responsabilità delle nostre emozioni e mantener il nostro linguaggio pulito, concreto e circoscritto alla realtà e al momento in cui stiamo parlando. Senza generalizzare (questo mondo va sempre peggio), senza ettichette (ai buoni li prendono in giro) e, soprattutto, senza dare troppa importanza né a confronti (i miei problemi sono più gravi dei tuoi) né a categorie (tutti i politici sono ladri)

In realtà ho trovato tre diverse versioni, con 10, 11 e 12P“, ma questa è quella che mi piace di più, perchè introduce la variabile probabilistica, il rischio, la possibilità, la potenzialità. Perchè non sempre succede, non sempre le cose vanno male, tante volte ci va anche bene, ma forse è meglio prevenire (di nuovo una P).

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Spero di si… se vi va di partecipare, vi aspetto!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qualunque cosa ti capiti nella vita, tu solo hai la facoltà di decidere come reagire. Se ti abitui a cercare in ogni situazione il lato positivo, la qualità della tua vita sarà più elevata e più ricca. Questa è una delle leggi più importanti della natura

 

Il Ritorno di Mary Poppins (2018)

Anche oggi, voglio parlare di immaginazione con Il Ritorno di Mary Poppins, molto particolare perchè è un musical e anche un mix di animazione e attori. Diciamo che a me piacciono tutti i generi, ma ve ne voglio parlare perchè credo che tutti abbiamo bisogno di questo tipo di messaggi… E, come cantano a metà film “non dovremmo giudicare un libro dalla copertina” nè un film dal suo genere.

di eroi e di battaglie

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

corpo, mente e spirito

Ieri stavo riflettendo alla ricerca di una nuova metafora per rappresentare la nostra tripla natura, come corpo, mente e spirito, un po’ ispirata dai libri che sto leggendo e preparando ma anche dai discordi con alcune persone molto scettiche, e mi sono ricordata i disegni delle isole che avevo fatto per parlare di ponti e di tunnel.

come si perde la vita

Dicono che c’era una volta un bambino che viveva con i nonni perchè i genitori erano morti quando era molto piccolo. I nonni erano anziani ma arzilli e non gli fecero mai mancare nulla. Cresceva felice e sereno finchè un giorno venne a mancare anche la nonna.