permesso e obbligo

L’altro giorno, parlando di vivere al limite, abbiamo visto che a volte il problema non è non riuscire a fare tutto ma capire quanto dovremmo fare veramente. Definire quel “tutto” che dovremmo fare. Perchè spesso il problema è che vorremmo fare più di quanto veramente dobbiamo o possiamo.

Abbiamo già parlato più volte del fatto che viviamo in una società che ci porta a pretendere sempre di più da noi stessi e dagli altri. La competizione può essere una buona cosa ma, si dice “non faccia vincere i migliori ma solo i meno sensibili“.

Chiederci sempre di più ci porta solo a rimanere sempre frustrati e insoddisfatti. La maggior parte di noi pensa di dovere o potere fare di meglio. E vive male perchè in realtà non riesce.

La fonte della maggior parte dei conflitti c’entra con differenze tra quello che possiamo e quello che dobbiamo fare. Ci hanno insegnato a fare prima quello che dobbiamo e solo dopo quello che vogliamo. Prima il dovere e poi il piacere. Non è una brutta cosa, ma portato al estremo può togliere ogni grazia alla vita.

La mia proposta è sempre riprenderci la nostra responsabilità e definire noi stessi cosa dobbiamo fare. Adeguarlo a quello che possiamo fare e trovare un equilibrio tra quello che possiamo e quello che vogliamo. Quando riusciamo a riscrivere gli obblighi con cui siamo cresciuti come permessi… Possiamo evolverci ulteriormente.

Vi va di provare?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.