per essere fieri

Nel prossimo evento di facciamo pace, dopo le feste, per iniziare bene l’anno, parleremo dei buoni propositi per il nuovo anno e per il resto della nostra vita, ma soprattutto di come creare una vita di cui esserne fieri. Perchè il mio augurio per il vostro 2018 è che sia un anno di cui sarete orgogliosi per sempre.

E ci sono alcune cose di cui voglio parlare sull’essere fieri, la prima, raccontarvi che, mentre cercavo delle immagini la maggior parte contenevano dei testi, dei messaggi di appartenenza ad un gruppo, tipo sono fiero di essere italiano o gay, o di tale o quale squadra di calcio. Come se uno non potesse essere fiero di essere se stesso, ma solo di appartenere a qualcosa di più grande. Invece, secondo me, possiamo essere fieri di essere ciò che siamo, è una questione personale e individuale…

La seconda è che, per essere veramente felici dobbiamo agire come crediamo noi, ed essere fieri noi di noi stessi, se continuiamo a fare le cose che dovremmo secondo qualcun’altro, e non ascoltiamo la nostra voce interiore, si può dire che siamo addormentati, schiavi di credenze e presunti obblighi… e non viviamo veramente. Per quello non possiamo essere fieri di noi stessi. Se troviamo il modo di essere fieri sia noi che gli altri… abbiamo fatto centro,

La terza è che, secondo me, le cose importanti nella vita si costruiscono accumulando piccoli momenti, piccoli gesti, che all’inizio possono sembrare difficili ma, dopo un po’ di ripetizioni, diventano abitudini e man mano più semplici. Ogni anno, ogni mese, ogni giorno è pieno di piccole potenzialità, di piccole opportunità di miglioramento, occasioni per scegliere se fare qualcosa di cui potremmo andare fieri.

La buona notizia è che basterebbe stare attenti a queste opportunità per cambiare sostanzialmente vita con consapevolezza e impegno. Ma sempre a piccole dosi, con piccoli passi. E fare il punto della situazione al mattino e/o alla sera per vedere come stiamo andando, e darci la possibilità di essere più in sintonia con noi stessi, e di essere (di conseguenza) più sereni, più felici e più fieri di noi stessi!

Cosa ne pensate? Vi incuriosice la cosa? Vi aspetto!

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

La felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c'è niente da fare. Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

La palestra dell’autostima (2021)

La palestra dell’autostima (2021)

Questa settimana voglio parlarvi del libro La palestra dell’autostima. Sette passi per conquistare il rispetto che meriti, di Gabrielle Fellus, un libro che insegna e invita a difendersi in ogni situazione, proporzionatamente, da ogni maltrattamento, che sia verbale, mentale o fisico.

il naufrago

il naufrago

Dicono che c’era una volta un naufrago che aveva perso tutto, quando, dopo una terribile tempesta, la nave su cui si trovava era affondata in mezzo al nulla ed al mattino era riuscito a nuotare e a mettersi in salvo su un’isola deserta.

Le stagioni dell’anima (2022)

Le stagioni dell’anima (2022)

Questa settimana voglio parlarvi di un libro di quest’anno, di Sharon M. Koenig, Le stagioni dell’anima. 7 passi per scoprire il senso della tua vita, un libro di spiritualità semplice e pratico, che offre risposte alle domande che ci facciamo sempre di più in questo periodo.

l’imperatore e lo yogi

l’imperatore e lo yogi

Dicono che c’era una volta un grande imperatore che, in viaggio per le sue terre sentì parlare di un monaco che era molto saggio e pensò che gli farebbe comodo averlo con lui a corte e così andò a cercarlo.

siamo tutti speciali

siamo tutti speciali

Spesso, quando parliamo con conoscenti e amici dei nostri problemi ci sentiamo diversi, perchè a noi succedono cose che a loro non sono successe e viceversa. Spesso questo finisce con un incomprensione o quel che è peggio con un confronto in cui qualcuno deve uscire vencitore perchè sta meglio o peggio.