patate, uova e caffè

Dicono che c‘era una volta una figlia che tutti i giorni si lamentava con la madre della sua vita infelice. Lei si era stancata di combattere e lottare ogni giorno per risolvere una marea di problemi che sembravano non finissero mai.

La madre la portò in cucina. Riempì d’acqua tre pentole e le mise ognuna su un fuoco. Una volta che l’acqua nelle pentole cominciò a bollire, nella prima versò delle patate, nella seconda delle uova e nella terza una manciata di chicchi di caffè. Poi, senza dire una parola, lasciò che i tegami continuassero a bollire. Intanto la figlia cominciava a perdere la pazienza, chiedendosi cosa stesse facendo sua madre.

Dopo circa venti minuti la madre spense i fornelli. Prese le patate dalla pentola e le mise in una ciotola. Tirò fuori le uova e le sistemò in un piatto. Quindi, versò il caffè in una tazza facendolo filtrare attraverso un colino. Infine, si girò verso la figlia e le chiese: Che cosa vedi?
— Patate, uova e caffè!— Fu la secca risposta della ragazza.

— Guarda meglio— , disse la madre, invitandola a toccare dapprima le patate. La figlia trovò che i tuberi erano diventati morbidi. Poi la invitò a prendere un uovo e di romperlo. Dopo averlo tolto dal guscio, ella notò che l’uovo era diventato sodo e compatto. Per ultimo le chiese di sorseggiare la nera bevanda. Il ricco aroma del caffè sortì un sorriso sul suo volto. Bevuto il caffè, finalmente chiese alla madre: — cosa significa tutto ciò?
La madre spiegò che le patate, le uova e il caffè, avevano affrontato la stessa avversità, consistente nell’acqua bollente, tuttavia, ognuno di loro ha reagito in modo differente.
La patata, dura e compatta, messa in acqua bollente è diventata fragile e molle. Viceversa, il fragile uovo, il cui liquido era protetto da un guscio sottile, a contatto con l’acqua bollente si è indurito. Soltanto i chicchi di caffè si sono comportati in modo differente. Essi hanno cambiato l’acqua bollente trasformandola in qualcosa di nuovo.

—Tu quale sei dei tre? Domandò la madre alla figlia, continuando Quando un’avversità bussa alla tua porta, tu, come reagisci?
 Sei una patata apparentemente forte, ma che il dolore rende debole?
Sei un uovo dal cuore tenero che per paura di soffrire diventa duro e impenetrabile?
Sei un chicco di caffè che nelle avversità riesce a dare il meglio di sé, trasformando ciò che ha causato il suo dolore, rendendolo migliore?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quarto accordo: Fai sempre del tuo meglio. Non dovete giudicarvi, sentirvi in colpa o punirvi se non riuscite a mantenere questi accordi. Se fate del vostro meglio, vi sentirete bene.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

cattiveria gratuita

Spesso, soprattutto con i più giovani, mi capita di sentire l’espressione “cattiveria gratuita”: mi tratta, mi parla o l’ha fatto con con cattiveria gratuita. Normalmente spiego loro che io credo che la cattiveria non sia mai gratuita, anzi!

espelliamoli!

Dicono che c’era una volta tanto tempo fa, in un piccolo villaggio, la bottega di un falegname. Un giorno, durante l’assenza del padrone, tutti i suoi arnesi da lavoro tennero un gran consiglio. Ci fu una seduta lunga e animata, in cui si poponeva di escludere dalla onorata comunità degli utensili un certo numero di membri.

Libro delle epoche (2012)

O[/dropcap]ggi voglio parlare di un’altro libro di Igor Sibaldi, Il libro delle epoche, che ho letto perchè sono andata al suo seminario presenziale sulle “Epoche vecchie – Epoche nuove. Come orientarsi nel tempo”, interessantissimo come ogni suo evento. In cui sviluppa l’argomento e lo aggiorna il discorso anche fino al 2019 e oltre.

la ruota della bestia

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di schiavitù moderne, delle cose o persone che ci fanno comportare in modi diversi da quelli che vorremmo, ma abbiamo anche visto e iniziato a sperimentare uno strumento per riprendere i controlli della nostra vita, una versione della ruota della vita che abbiamo chiamato la ruota della bestia perchè racchiudeva il numero 666…

paradossi

I paradossi, secondo wikipedia, sono fatti che contraddicono l’opinione comune o l’esperienza quotidiana, la logica, la razionalità, che porta a una contraddizione, a qualcosa che non riusciamo a comprendere, o a capire, che ci mette in difficoltà.