Parliamo di sano egoismo

Martedì prossimo, anticipando l’evento per lasciare libero il giorno di San Valentino,  parleremo di egoismo, del sano egoismo, perchè non tutto l’egoismo è “cattivo” e “nocivo”.

Se partiamo dal presupposto che nessuno può renderci felici e che non possiamo rendere felice nessuno, essere egoisti può essere sinonimo di essere consapevoli, di essere coerenti, di essere liberi, responsabili e forti.

Il sano egoismo è semplicemente l’atteggiamento adulto di chi capisce i giochi e decide di entrare o meno, come direbbe Giulio Cesare Giacobbe, in tutti i suoi libri.

È un’espressione di realismo, d’indipendenza e di libertà, ma soprattutto di coerenza e consapevolezza di se. Il sano egoismo è un modo per metterci al centro del nostro mondo, per prendere decisioni in funzione dei nostri desideri e bisogni. Ed è il modo più veloce per capire chi siamo e cosa possiamo fare.

Infatti, una delle caratteristiche del sano egoismo è che non toglie niente a nessuno, tranne il potere su di noi. L’egoismo malato vuole accumulare, togliere, rubare, ecc. Dice frasi tipo, io ne ho più bisogno di te o io lo merito più di lui… perchè vive di confronti. Invece quello sano dice soltanto: “vivi e lascia vivere

Non fa comodo agli altri perchè nessuno ci vuole liberi dalle loro manipolazioni, e tutti vogliono che facciamo quello che loro pensano sia meglio, spesso anche per il nostro bene… secondo loro.

Vi ispira? Vi aspetto!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Praticate la gentilezza verso voi stessi e gli altri ogni volta che vi è possibile. Desistete dal bisogno di aver ragione e di vincere e optate invece per essere gentili: ben presto conoscerete la gioia della pace interiore.

Wayne W DyerWayne W DyerInventarsi la vita

 

Nick lo scatenato (1984)

Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sull’allenamento, e sul coaching.

il salto quantico

il salto quantico

Molti coach e guru amano parlare di salti quantici, spesso li dipingono come qualcosa di complicato, di strano, di magico, quasi irragiungibile per molti. Secondo me il salto quantico è qualcosa di semplice (che non vuol dire facile) e ve ne parlerò al prossimo incontro di facciamo pace.

facile, facile

facile, facile

Viviamo in un mondo che è governato, tra altri “concetti” stres-santi e frustranti, dal culto del “facile, facile“. Siamo circondati da apparati e apparecchi che ci rendono la vita più facile ma questo potrebbe tornarci contro come un boomerang.

mi sposo

mi sposo

Dicono che c’era una volta, un saggio e venerato maestro, noto per la sua bontà nei confronti di tutti gli esseri viventi, che arrivò ad un monastero e chiese di essere ospitato per qualche giorno.