Mia moglie per finta (2011)

Oggi per San Valentino, voglio parlarvi di una fantastica commedia romantica all’ammericana piena di bugie, malintesi e svolte più o meno scontate: Mia moglie per finta, con Adam SandlerJennifer Aniston  e Nicole Kidman, che sembra abbiano fatto un patto col diavolo per sembrare sempre giovanissime e perfette.

Dopo una delusione d’amore, poco prima di sposarsi, il nostro protagonista decide di non volere avere mai più una storia seria, e scopre per caso che la fede al dito lo aiutava a trovare il tipo di donna che cercava. Fino a quando trova una che potrebbe interessato davvero e l’anello diventa un problema.

Invece di dire la verità, che sarebbe stato semplice ma di esito imprevedibile, per giustificare ogni bugia si inventa un’altra, e un’altra, e un’altra… fino a quando si trova non solo con una moglie finta, ma anche con una finta famiglia, incluso il nuovo amante della moglie da cui sta divorziando per essere libero di sposare la sua nuova fiamma.

 Ve ne parlo perchè dietro ai soliti giocchini di parole e scene ilaranti ci sono dei concetti profondi:

  • amicizia e complicità spesso vengono date per scontate e ignorate alla ricerca di un amore che dovrebbe arrivare e stravolgerci la vita, per bella che essa sia;
  • le bugie, per molte volte che le ripetiamo, non smettono di essere bugie, prima o poi ci mettono nei guai ed uscire è sempre più difficile;
  • quando abbiamo un obiettivo possiamo scoprire di avere delle capacità che mai avremo immaginato.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Fatti il letto (2018)

Un’altro libro piccolo ma interessante è fatti il letto, scritto dall’ammiraglio William Harry Mcraven, in cui raccoglie i punti salienti del suo discorso davanti ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi. Un discorso pieno di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé.

coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

fette di salame

Q ualche giorno fa, durante una conversazione con una collega sulla comunicazione, parlavamo delle così dette “fette di salame” che a volte abbiamo quando amiamo o apprezziamo troppo qualcuno e che interferiscono con quello che capiamo di quello che lui o lei dice.

perchè non si sforza di più?

Dicono che c’era un saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio. Una volta arrivò da lui una coppia sposata da molti anni che continuava a litigare e a rinfacciarsi ogni cosa. Le loro vite erano intrecciate e non facevano altro che lamentarsi l’uno dell’altro. A sentirli parlare sembrava che non facessero altro che ideare modi in cui farsi la vita impossibile.

Io ci sono (2016)

Un’altro libro di Roberto Cerè, di cui volevo parlarvi è Io ci sono. In questo libro diventa ancora più autobiografico, racconta di diverse fasi della sua vita, e di come è riuscito a superare le emozioni che lo frenavano in ogni momento, e ad evolversi come persona, per se stesso e per gli altri.