Meditazioni per chi ha fretta (2016)

Oggi vorrei tornare a Osho, per parlarvi di Meditazioni per Chi ha fretta, pieno di semplici strategie per ottenere tutti i benefici della meditazione anche se non si può dedicare molto tempo in giorni pieni di impegni ad un ritmo frenetico.

Pieno di spunti per ritrovare l’equilibrio ridurre la tensione, calmare lo stress e rilassarsi con metodi semplici, naturali, e sopratttutto immediati.

Partendo dalla premessa che nessuno ha più bisogno di meditare di quanto ne abbiano le persone che non hanno tempo, ci porta in un viaggio per illuminare lo spazio interiore dove abita la nostra calma.

 Il fatto è che è molto diverso di tutto quello che abbiamo imparato fino ad oggi. Già che  consapevolezza e rilassamentosono le due facce della stessa medaglia. Come non siamo abituati a fare, senza sforzi, senza dover scegliere, senza dover combattere la nostra natura per cercare un beneficio.

Quando abbiamo trovato questa nuova modalità possiamo usarla anche nei nostri rapporti con gli altri con delle regole nuove, che possiamo applicare in ogni relazione, dalle più superficiali alle più profonde, fino a fare l’amore in meditazione.

 Una serie di tecniche di meditazione dinamica molto semplici con indicazioni su quando e dove sono consigliate, sul tempo stimato, i diversi passi o fasi, ecc. Per finire c’è un invito a farli come parte di percorsi di liberazione e a prendere note su intuizioni e scoperte rilevanti fatte durante le meditazioni.

L’avete letto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

Nick lo scatenato (1984)

Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sull’allenamento, e sul coaching.

il salto quantico

il salto quantico

Molti coach e guru amano parlare di salti quantici, spesso li dipingono come qualcosa di complicato, di strano, di magico, quasi irragiungibile per molti. Secondo me il salto quantico è qualcosa di semplice (che non vuol dire facile) e ve ne parlerò al prossimo incontro di facciamo pace.

facile, facile

facile, facile

Viviamo in un mondo che è governato, tra altri “concetti” stres-santi e frustranti, dal culto del “facile, facile“. Siamo circondati da apparati e apparecchi che ci rendono la vita più facile ma questo potrebbe tornarci contro come un boomerang.