Manuale pratico di psicomagia (2009)

Anche oggi voglio parlare di Psicomagia, perchè ho letto un’altro libro, Manuale Pratico di Psicomagia di Jodorowsky, perchè la mia curiosità non era stata soddisfatta solo dal primo. Altri esempi, a qual più strano e più “irriverente” per sobrascrivere le credenze limitanti che causano problemi psicologici e fisici.

Quello che ho amato di più è stato l’appendice, alla fine, i consigli per futuri psicomaghi perchè credo che siano validi per chiunque voglia fare un lavoro di aiuto o servizio, anche i life coach, tra cui:

  • imparare a fissare l’attenzione su un solo argomento, un solo punto, una sola azione alla volta;
  • vincere la propria pigrizia, finire sempre quel che si è iniziato;
  • mai permettersi di avere atteggiamenti indegni;
  • controllare le proprie espressioni faciali;
  • sviluppare la generosità;
  • adattare il suo modo di parlare al livello intelettuale di chi lo ascolta;
  • smettere di definirsi, non mentire nè agli altri nè a se stessi;
  • aiutare gli altri senza farli diventare dipendenti;
  • non accettare mai di lavorare in qualcosa che non ama, non prostituirsi solo per denaro;
  • trasformare l’orgoglio in dignità, la colera in creatività, l’odio in generosità, ecc.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

fiducia

fiducia

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, parleremo di una delle caratteristiche delle persone che riescono ad approfittare delle opportunità, delle persone che hanno più successo nella vita, la fiducia.

va bene così

va bene così

In questo momento storico ci sono molte persone, anche citando testi spirituali e sacri, che, con la scusa del pensiero positivo, ci propongono un atteggiamento “menefreghista” come unica alternativa per essere felici in un mondo che sembra quasi tutto storto.

la dignità

la dignità

Dicono che moltissimi anni fa, in una scuola di filosofia, un allievo rifletteva sul paradosso di Epicuro. Dopo che l’aveva sentito a lezione la prima volta, non poteva smettere di pensarci, ne aveva parlato con insegnanti e compagni di classe. Era convinti ci fosse una soluzione e voleva trovarla.