Il magico potere del riordino (2014)

16 Feb 18

Oggi voglio parlarvi di un libro di Marie Kondo, che potrebbe sembrare fuori argomento ma, preso con la giusta ottica può essere molto più incisivo, Il magico potere del riordino. La Kondo ci da dei consigli sull’ordine in casa, invece di focalizzarsi su come gestire lo spazio, lo fa su come ridurre la quantità di cose da gestire. Questa strategia può essere utile anche in altri aspetti della nostra vita. I punti che mi sono piacciuti di più sono, e che credo si possano estrapolare a qualsiasi aspetto della nostra vita in cui dobbiamo mettere un po’ di ordine, sono: 1. Prima di riordinare buttate tutto ciò che non usate più, in una volta sola, in poco tempo e senza tralasciare nulla. Questa è la parte più difficile ma anche quella che può dare più soddisfazioni, liberarci dalle cose e dai nostri “devo” ch non sono funzionali. Le cose che teniamo per inerzia, per paura, ma non per usarlesottraggono tempo e spazio a quelle veramente neccessarie e funzionali. 2. Selezionate ciò che vi regala una bella emozione. O, come direi io, ascoltate il vostro cuore, ascoltate le voci della squadra dell’anima… che sa cos’è meglio per noi, solo per noi. Anche le cose che teniamo perchè dobbiamo possono impedirci di trovare tempo o spazio per quelle che vorremmo. Ogni volta che la nostra attenzione si posserà su una di quelle l’emozione che ci ispirerà rimarrà con noi e manderà messaggi al nostro genio ingenuo ad alto volume. La cosa più importante è affidarsi completamente alla propria percezione di felicità e fare buon uso dei ricordi che decidiamo di tenere. (Se teniamo un quadro che ci ricoda il nostro nonno che amavamo tanto ma che ci manca da morire e ogni volta che lo guardiamo ci avvolge una tristezza e una malinconia che rimangono con noi per tanto tempo, bisognerebbe fare una di due cose: lavorare sull’emozione, per ricordarlo con piacere invece che con tristezza; o disfarci del quadro) 3. Risolvete i problemi di spazio piegando i vestiti come se fossero origami. Dopo ogni piegatura, passate una mano su tutto l’indumento con un gesto affettuoso prima di passare alla piega seguente. Ovvero, ponete attenzione e cura nelle azioni che fate rispetto alle cose, nel riporle quando smettete di usarle, nel lavarle, nello stenderle, nel ripiegarle, ecc. Amatele, dimostrate loro quanto sono importanti per voi, può sembrare incredibile ma… cosa ne dite di provare, potreste scoprire qualcosa di miracoloso. Lo avete letto? Cosa ne pensate?… Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nelle mani di chi regala un fiore rimane sempre un po’ di profumo

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.

Into the Wild (2007)

Into the Wild (2007)

Questa settimana voglio parlarvi di un film bello quanto triste che parla di come qualsiasi bell’idea, se portata all’eccesso, può diventare deleteria, Into the Wild del 2007, basata sul libro di Jon Krakauer, Nelle terre estreme.

Little Miss Sunshine (2006)

Little Miss Sunshine (2006)

Oggi ho visto di nuovo Little Miss Sunshine, uno di quei film che posso vedere una volta ogni tanto e mi fa commuovere sempre. La storia di una bambina di sette anni con un sogno, diventare reginetta di bellezza, ignorando ingenuamente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti.