l’anno nuovo

E, dopo il Natale, arriva il capodanno. Non so voi ma io mi accorgo che ogni anno sembra passare più in fretta. Delle migliaia di cose che avrei voluto fare mi sembra di non avere fatto quasi niente, così a occhio… o almeno di non averle finite. Capita anche a voi?

 Pero… se mi ci metto a scrivere, quello che volevo fare, quello che ho fatto, i problemi che ho incontrato, come li ho risolto, il punto in cui ero e quello in cui sono adesso. Se mi fermo a guardare, vedo che ho fatto molto più di quanto sembra.

Forse non ho ancora pubbliccato il mio libro, ma forse ci sono quasi e, comunque, ne ho letto più di 50 in un anno. Forse non ho ancora trovato il fidanzato che cerco, ma ho passato tanti di quei momenti meravigliosi con gli amici…

Forse non ho guadagnato tanto quanto avrei voluto, ma ho avuto tanto tempo da dedicare alle mie figlie, a me stessa, al cane, ai miei hobbies, agli amici e alla mia casa…

Forse non abbiamo fatto tutto quello che volevamo ma, come abbiamo detto negli incontri prima di Natale, forse è stato perchè alcune delle cose che volevamo erano incompatibili fra di loro. Anzi, sicuramente era così…

In ogni caso il 2018 è finito, andato. Facciamo bilanci e stati di avvanzamento, facciamoli ogni volta che possiamo, per capire dove siamo, dove stiamo andando e come ci stiamo andando.

 Per il 2019 CI auguro di accrescere la consapevolezza che aiuta a uscire dalla prigione del passato, cambiando il presente, perchè il futuro sommigli di più a quello che vogliamo!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

non dovevi

Una di quelle frasi che molti ripetono per “educazione” senza pensare bene cosa vuol dire, cosa stanno dicendo in realtà è “non dovevi”. Tipo quando ricevono un regalo, un favore, una spiegazione. Oggi vorrei riflettere un secondo su quanto possa essere distruttiva questa frase.

Anatomia della Coppia (2015)

In questi giorni ho letto il libro di Erica Francesca Poli, Anatomia della Coppia, I sette principi dell’amore. Un compendio di tante cose, con tanti spunti interessanti, dalla spiritualità alle neuroscenze e tante fonti, alcuni che conoscevo e altre che ho scoperto grazie a lei.

Replicas (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film fantascientifico americano, con il grandioso Keanu Reeves, (che ricordiamo per il ruolo di Neo in Matrix): Replicas. Un film che riprende uno degli argomenti più classici, quello della non accettazione della morte, e del desiderio di risurrezione degli esseri che amiamo.