L’amore ha due facce (1996)

Oggi voglio parlarvi di un film vecchiotto diretto e protagonizzato da Barbra Streisand, con Pierce Brosnan e Jeff BridgesL’amore ha due facce. Un’altra commedia romantica sulla paura dell’amore fisico e passionale che fa perdere il controllo e sull’amore come amicizia, come condivisione, come convivenza, sicuro e prevedibile…

Il film  racconta la storia di un professore di matematica che decide di rinunciare ala parte passionale del rapporto di coppia e di una professoressa di letteratura che decide di stare al gioco e si sposa ma il desiderio sessuale, scacciato dalla porta, rientrerà dalla finestra. Perchè non si può razionalizzare tutto, perchè anche le emozioni vogliono la loro parte, e possono distruggerci.

Una donna che è sempre stata spronata dalla madre, con le migliori intenzioni, perchè non è abbastanza bella, carina, delicata, a mangiare meno, a truccarsi di più, e che in fondo vuole solo essere amata in tutto e per tutto, per quello che è.

É un film che parla di rinunce e sacrifici, e dimostra come dicevamo qualche settimana fa, quando sacrifico qualcosa per ottenere qualcos’altro, se poi non lo ottengo… rimango senza niente. Fa vedere come ogni eccesso sia una rinuncia. Sia quando ci concentriamo sulla bellezza, su diventare attraenti, rinunciando ad essere noi stessi, che quando ci nascondiamo nella razionalità rinunciando alle emozioni.

E solo riprendendoci il controllo e cercando di essere noi stessi in tutto e per tutto, possiamo rischiare di essere felici.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi evitare che tristezza e paura ti volino attorno; quello che puoi evitare è che si costruiscano un nido nella tua testa.

 

Psicotrappole (2013)

Questa settimana sono tornata a leggere qualcosa di Giorgio Nardone, che era da molto che non leggevo, e ho scelto Psicotrappole, che parla di come spesso ci costruiamo, la nostra mente costruisce, delle trappole in cui cadiamo sperando che comportamenti che hanno funzionato in passato debbano per forza funzionare di nuovo.

Malati di sesso (2018)

Anche questa settimana, una commedia italiana, Malati di sesso, con Francesco Apolloni, che oltre a protagonista è anche sceneggiatore e Gaia Bermani Amaral. Una commedia sentimentale sull’amore e il sesso, sulle donne e gli uomini, molto più simili di quanto normalmente ce li raccontino.

ma… tu, ti ami?

Dopo l’incontro della settimana scorsa di facciamo pace, parlando di quanto ci conosciamo siamo finiti a parlare di quanto dipendiamo gli uni dagli altri e ho avuto una delle mie piccole illuminazioni sull’amore incondizionato e sulle basi su cui si possa costruire.

amore, in che senso?

Spesso mi capita di sentire delle persone che dicono che l’amore per gli animali o “ricevuto” dagli animali è meglio di quello delle persone. Dicono che i cani siano più fedeli, che ci amino incondizionatamente e che sia meglio avere affianco un cane che un uomo…

i linguaggi dell’amore

Dicono che c’era una volta un giovane che si era trasferito in un’altra città per studiare. Prima di Natale la sua mamma andò a trovarlo e si fermò a dormire una notte nella sua casa. Al mattino dopo lei doveva partire perciò la portò a passeggiare per il campus e a cena e poi andarono a dormire.