La Scomparsa dell’Universo (2003)

In questi giorni ho letto il mio primo libro di  Gary Renard, di cui avevo sentito molto parlare, La Scomparsa dell’Universo, un approfondimento del Corso in Miracoli di Helen Schucman, fatto da dialoghi con due  “maestri ascesi” apparsi dal nulla  sul suo divano per a rivelargli alcuni segreti scioccanti dell’esistenza e ad insegnargli i miracolosi poteri del perdono avanzato.

Anche se preferisco l’originale, è vero che per una mente poco allenata dopo aver letto il testo spesso rimangono molte domande. In questo libro Gary e i suoi maestri ascesi parlano di Illusioni, di Vite Passate e Future, della Religione e della Chiesa, di Sesso e di Politica, di Miracoli e del Perdono.

Con un linguaggio molto informale, quello a cui Renard è abituato, come dicono all’inizio, a volte persino irrispettoso, rispondono a tutte le domande, anche a quelle impertinenti, ripetendo concetti finchè si producono il cambiamenti, perchè per cambiare il modo di pensare bisogna ripetere i nuovi concetti tante volte quante abbiamo sentiti quelli da cambiare.

Il libro è formato dalle trascrizioni di 17 conversazioni illuminate avvenute nell’arco di un decennio, che accompagna un percorso personale fatto di esperienze, di riflessioni e di allenamento sui principi del corso.

Dal perdono allo Spirito Santo, al vero significato delle parole di Gesù. Consigliato per coloro che trovano troppo serio e lontano dalla loro vita di tutti i giorni il Corso in miracoli.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quando due persone s’incontrano, e una sta a testa in giù, non è così semplice stabilire chi dei due sta nel verso giusto.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Il Cigno Nero (2014)

I n diversi momenti in queste settimane mi sono trovate frasi e questo autore, Nassim Nicholas Taleb, che mi hanno colpita particolarmente. Appena sono riuscita ho cercato qualcosa di suo e, come spesso mi capita, ho letto due libri di fila. Oggi voglio parlarvi del più famoso: Il cigno nero, meraviglioso.

Yuli (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film cubano, Yuli, con il grandioso Carlos Acosta, basato libro autobiografico del ballerino, No Way Home. Il film racconta la vita e la passione di questo grandissimo danzatore che è stato paragonati a Mikhail Barysnikov e Rudolf Nureyev…

ricrescere senza paura

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato di come nella nostra società siamo abituati a vivere nella paura ma possiamo sempre decidere di ricrescere nell’amore. Possiamo sempre renderci conto di quando emozioni come la paura ci stanno salvando o stanno fermando la nostra evoluzione.