la nave da crociera

Dicono che c’era una volta una donna anziana che viaggiava felice su una nave da crociera. Un uomo aveva notato che nonostante fosse sola, la donna era in grande confidenza con tutto lo staff della nave. Un giorno l’uomo chiese a un cameriere informazioni su di lei, immaginando che l’anziana signora potesse essere la proprietaria della nave.

Il cameriere rispose all’uomo che non sapeva molto di lei. L’aveva solamente vista nelle ultime quattro crociere.

Una sera, lasciando la sala ristorante, la vide di nuovo e decise di fermarsi a salutarla. Chiacchierarono amabilmente quando lui le disse:

– “So che ha partecipato alle ultime quattro crociere”.

– “Sì, è vero.” – Rispose lei.

– “Ma perché?”.

– “Perché è più economico di una casa di riposo! Io non voglio andare in una casa di riposo. Rimarrò su questa nave da crociera. Una casa di riposo costa circa 200 € al giorno. Qui ho uno sconto fedeltà e uno sconto senior. In tutto pago 135 € al giorno. Gli altri 65 € li destino agli extra e alle mance per questi giovani così gentili. Qui posso avere fino a dieci pasti al giorno di qualità ottima. Posso anche chiedere il servizio in camera. A volte faccio colazione a letto.

La piscina è gratis. C’è la palestra. Anche la lavanderia è gratis. Lenzuola e asciugamani sono sempre puliti. Anche dentifricio, rasoi, shampoo e sapone sono gratis. Ogni sera ci sono degli spettacoli. Mi trattano come una cliente VIP, non come una paziente d’ospedale. Ogni settimana poi incontro gente nuova e interessante con cui fare piacevoli chiacchierate. E’ così che voglio vivere il resto dei miei giorni.”

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vecchie convinzioni non ti portano a nuovo formaggio

 

Il Ritorno di Mary Poppins (2018)

Anche oggi, voglio parlare di immaginazione con Il Ritorno di Mary Poppins, molto particolare perchè è un musical e anche un mix di animazione e attori. Diciamo che a me piacciono tutti i generi, ma ve ne voglio parlare perchè credo che tutti abbiamo bisogno di questo tipo di messaggi… E, come cantano a metà film “non dovremmo giudicare un libro dalla copertina” nè un film dal suo genere.

di eroi e di battaglie

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

corpo, mente e spirito

Ieri stavo riflettendo alla ricerca di una nuova metafora per rappresentare la nostra tripla natura, come corpo, mente e spirito, un po’ ispirata dai libri che sto leggendo e preparando ma anche dai discordi con alcune persone molto scettiche, e mi sono ricordata i disegni delle isole che avevo fatto per parlare di ponti e di tunnel.

come si perde la vita

Dicono che c’era una volta un bambino che viveva con i nonni perchè i genitori erano morti quando era molto piccolo. I nonni erano anziani ma arzilli e non gli fecero mai mancare nulla. Cresceva felice e sereno finchè un giorno venne a mancare anche la nonna.