La fine è il mio inizio (2010)

Oggi voglio parlare di un’altro libro che è diventato quasi un classico non scritto da un guru ma, in questo caso da un giornalista italiano, curioso e molto particolare, Tiziano Terzani. Questa estate ho letto e amato La fine è il mio inizio, un libro sulla sua vita, sui suoi pensieri, sulle riflessioni di tutta una vita dedicata alla ricerca della realtà che sta dietro alle notizie che danno i giornalisti.

In questo bellissimo libro, sapendo di essere arri­vato alla fine del suo percorso, racconta al figlio Folco tutti tipi di dettagli della sua vita e della vita in generale. Nella loro casa all’Orsigna, sotto un albero a due passi dalla gompa, la sua casetta in stile tibetano, in uno stato d’animo meravi­glioso, racconta di tutta una vita tra­scorsa a viaggiare per il mondo alla ri­cerca della verità, dell’umanità e della libertà.

Un uomo innamorato dell’Oriente quanto deluso dell’Occidente, innamorato dei progetti comunisti quanto deluso del capitalismo. Ma, soprattutto un uomo curioso che non si accontenta mai dei racconti dei vincitori, che non si ferma mai davanti ai divieti e che vive al massimo, anche se questo a volte significhi rischiare.

Quello che più mi è piaciuto è il suo atteggiamento, da una parte un po’ deluso dagli sviluppi delle vicende in asia in questi ultimi anni, dalla guerra del Vietnam ad oggi. Ma dall’altro innamorato della vita e arreso all’arrivo della morte come parte integrante di essa. Testimone di guerre, vittorie, regimi, fame, e altre disgrazie.

L’avete letto di recente? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quando due persone s’incontrano, e una sta a testa in giù, non è così semplice stabilire chi dei due sta nel verso giusto.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

enneagramma

Al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di un argomento leggermente diverso da quelli delle ultime settimane, anche se sempre utile per conoscerci meglio, comprendere cosa ci muove, le risorse, i pensieri compulsivi, ecc. La semplicità e la chiarezza del sistema lo rendono ideale per l’autoconoscenza, l’educazione, il rapporto di coppia, i rapporti sociali, l’ambito aziendale e qualsiasi dinamica di gruppo.

forza e coraggio

Abbiamo detto in diverse occasioni che il lavoro che facciamo per cambiare punto di vista prevede di “disimparare” il significato che diamo normalmente ad alcune parole. Una di queste parole è “forza”, siete come me, spesso vi sentirete dire che siete forti, ma viene usato in un modo che sembra più una condanna che qualcosa di positivo…

ce l’hai con me?

Dicono che c’era una volta, un uomo disperato dopo una giornata terribile entro in chiesa piangendo e riuscì a parlare con Dio.
— Posso farti una domanda? — chiese.
— Certo — rispose Dio.
— Promettimi che non ti arrabbierai ..
— Prometto — rispose Dio — Non sono uno che si arrabbia così facilmente…

se ti ho incuriosito...