La felicità in tasca (2016)

E anche oggi voglio palare di un libro di Paolo Borzacchiello, questa volta il più antico che ho trovato, La felicità in tasca, una raccolta di storie per spiegare dei concetti basilari della medicina cinese e la relazione delle emozioni con organi, viscere e sintomi.

Ho adorato ogni parola, dall’inizio alla fine, come in ogni suo libro, ma una delle cose che ho preferito in assoluto è stata quando paragona il corpo umano ad un auto, i sintomi delle malattie alle spie sul cruscotto, e il modo in cui normalmente usiamo la medicina occidentale, curando i sintomi staccati da tutto il resto, come se svittassimo la lampadina, ignorando il suo collegamento con il vero guasto, e stupendoci quando alla fine si ripresenta più forte in forma di malattia, persino grave.

Vi lascio un riassunto di tutto il libro in forma di consiglio, di decalogo per prendersi la responsabilità del proprio corpo e della propria salute smettendo di ignorare le nostre emozioni:

  1. Rispetta il tuo Fegato… Se sei arrabbiato, grida!
  2. Rispetta la tua Vescica biliare… Se non ascoltano le tue grida, batti i pugni!
  3. Rispetta il tuo Cuore… Parla, e sii sincero.
  4. Rispetta il tuo Intestino tenue… Dì ciò che pensi, discuti.
  5. Rispetta la tua Milza… Se hai dubbi, fai le tue domande.
  6. Rispetta il tuo Stomaco… Quando hai bisogno, chiedi aiuto.
  7. Rispetta i tuoi Polmoni… Se sei triste, piangi.
  8. Rispetta il tuo Colon… Se ti senti solo, lamentati.
  9. Rispetta i tuoi Reni… Se non ce la fai, fermati.
  10. Rispetta la tua Vescica… Se hai voglia di scappare, fuggi.

Questo libro ormai non si trova stampato ma io l’ho trovato su facebook, potete scaricarlo qui Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

Il Cigno Nero (2014)

I n diversi momenti in queste settimane mi sono trovate frasi e questo autore, Nassim Nicholas Taleb, che mi hanno colpita particolarmente. Appena sono riuscita ho cercato qualcosa di suo e, come spesso mi capita, ho letto due libri di fila. Oggi voglio parlarvi del più famoso: Il cigno nero, meraviglioso.

Yuli (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film cubano, Yuli, con il grandioso Carlos Acosta, basato libro autobiografico del ballerino, No Way Home. Il film racconta la vita e la passione di questo grandissimo danzatore che è stato paragonati a Mikhail Barysnikov e Rudolf Nureyev…

ricrescere senza paura

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato di come nella nostra società siamo abituati a vivere nella paura ma possiamo sempre decidere di ricrescere nell’amore. Possiamo sempre renderci conto di quando emozioni come la paura ci stanno salvando o stanno fermando la nostra evoluzione.

scintille e fiamme

Parlando di emozioni, mi piace pensare che hanno una doppia causa, dal momento che sono delle reazioni che vengono da dentro ma lo fanno in risposta a situazioni che succedono sia dentro che fuori di noi.