Italiano medio (2015)

Questa settimana, torniamo alle commedie italiane con  Italiano medio, con Maccio Capatonda, che descrive in una maniera per me spettacolare, la più grande capacità del popolo italiano, la capacità di convivere con un paradosso che può risultare molto ipocrita o incredibilmente funzionale.

Il film racconta la storia di Giulio Verme, un sognatore all’italiana, capace soprattutto (o soltanto) di lamentarsi di tutto e di tutti e di fare propaganda alle sue idee in un modo in cui solo lui e pochi altri possono capire.

 Questo lo porta a sentirsi sempre più vittima e sempre più sfigato perchè è l’unico che vede quando il mondo stia andando a scatafascio. Fino a quando un amico gli offre la soluzione, una pillola come quella di limitless, ma che invece di renderlo capace di ussare meglio il cervello lo rende capace di usarlo ancora meno.

E, in quel modo, riesce ad integrarsi molto meglio in quel paese che non ha mai capito e che ha sempre soltanto giudicato e di godersi la vita.

Come dice mymovies.it è <<Un esercizio sulle contraddizioni del nostro Paese, una parabola comica sulla parte trash di ognuno di noi in lotta titanica con la propria parte decorosa, una denuncia degli integralismi come delle derive qualunquiste>>

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.

Tienilo acceso (2018)

Tienilo acceso (2018)

Questa settimana voglio parlarvi di un’altro libro di linguistica di Vera Gheno: Tienilo acceso, dedicato a Internet e i social, in cui ci spiega con una semplicità meravigliosa cosa vuol dire e come gestire al meglio la nostra immagine online.