io

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, parleremo di chi siamo, di chi crediamo di essere, di chi potremo diventare. Di cosa vuol dire “io”, a chi ci riferiamo quando usiamo questo perchè conoscerci è il punto di partenza per poter riuscire ad ottenere qualsiasi cosa.

Una delle più grandi bugie su cui si basa la nostra vita è il fatto che dovremmo agire, per coerenza, con un’unica personalità. Avere un unico modo di fare, condizionato dalle nostre origini e dal nostro passato. Possibilmente in maniera razionale elogica.

In realtà il nostro cervello funziona in una maniera diversa. Nel nostro cervello convivono diversi pensieri, diverse voci, diversi  punti di vista e questo è una ricchezza, non una debolezza.

Abbiamo già parlato del fatto che abbiamo due tipi di voci nella testa, alcune appartengono a quella che chiamiamo la squadra dell’EGO e altre che appartengono a quella che chiamiamo la squadra dell’anima.

In questo incontro parleremo dell’origine di queste voci. Vedremo che ci sono voci che hanno avuto in diversi momenti della nostra vita, è come se (come nella foto sopra) convivessero dentro di noi le diverse personalità che si sono sviluppate nel tempo.

Vedremo che spesso non sappiamo cosa vogliamo perchè c’è un conflitto tra queste voci. Ci sono dei ricordi di quello che eravamo  ancora in noi e convivono con il progetto, o i progetti, di quel che vorremmo diventare. Questo può essere sconvolgente ma la consapevolezza può sempre renderci liberi.

Vi ho incuriosito? Spero di si, vi aspetto martedì!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Nick lo scatenato (1984)

Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sull’allenamento, e sul coaching.

il salto quantico

il salto quantico

Molti coach e guru amano parlare di salti quantici, spesso li dipingono come qualcosa di complicato, di strano, di magico, quasi irragiungibile per molti. Secondo me il salto quantico è qualcosa di semplice (che non vuol dire facile) e ve ne parlerò al prossimo incontro di facciamo pace.

facile, facile

facile, facile

Viviamo in un mondo che è governato, tra altri “concetti” stres-santi e frustranti, dal culto del “facile, facile“. Siamo circondati da apparati e apparecchi che ci rendono la vita più facile ma questo potrebbe tornarci contro come un boomerang.