io

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, parleremo di chi siamo, di chi crediamo di essere, di chi potremo diventare. Di cosa vuol dire “io”, a chi ci riferiamo quando usiamo questo perchè conoscerci è il punto di partenza per poter riuscire ad ottenere qualsiasi cosa.

Una delle più grandi bugie su cui si basa la nostra vita è il fatto che dovremmo agire, per coerenza, con un’unica personalità. Avere un unico modo di fare, condizionato dalle nostre origini e dal nostro passato. Possibilmente in maniera razionale elogica.

In realtà il nostro cervello funziona in una maniera diversa. Nel nostro cervello convivono diversi pensieri, diverse voci, diversi  punti di vista e questo è una ricchezza, non una debolezza.

Abbiamo già parlato del fatto che abbiamo due tipi di voci nella testa, alcune appartengono a quella che chiamiamo la squadra dell’EGO e altre che appartengono a quella che chiamiamo la squadra dell’anima.

In questo incontro parleremo dell’origine di queste voci. Vedremo che ci sono voci che hanno avuto in diversi momenti della nostra vita, è come se (come nella foto sopra) convivessero dentro di noi le diverse personalità che si sono sviluppate nel tempo.

Vedremo che spesso non sappiamo cosa vogliamo perchè c’è un conflitto tra queste voci. Ci sono dei ricordi di quello che eravamo  ancora in noi e convivono con il progetto, o i progetti, di quel che vorremmo diventare. Questo può essere sconvolgente ma la consapevolezza può sempre renderci liberi.

Vi ho incuriosito? Spero di si, vi aspetto martedì!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.