intelligenza artificiale

Ci sono tanti film che parlano dell’Intelligenza Artificiale, di robot così perfetti che diventano umani, così umani da avere persino i nostri diffetti, da Terminator, all’uomo bicentenario Anche la letteratura ne è piena, da Assimov a Huxley. Ma, nella realtà non siamo ancora arrivati, per fortuna o per sfortuna, anche se abbiamo smartphone intelligenti, lavatrici intelligenti o frigoriferi intelligenti, non è la stessa cosa.

Cosa hanno le macchine nella letteratura e nel cinema che non si è ancora riusciti a ricreare nella realtà? L’umanità, possiamo chiamarla, se volete, l’anima, quella complessità che rende capaci di specchiare la complessità esterna, quella flessibilità che rende capaci di sopravvivere in situazioni estreme, quella curiosità infinita che ha di base l’essere umano, anche se non sempre la usa.

Perchè, sempre di più, stiamo rinunciando alla nostra individualità, stiamo cercando di uniformarci agli standard, all’inizio solo estetici, ma… sempre di più, di pensiero, di abitudini, di credenze… In una ricerca di una perfezione unica e universale dettata dall’esterno, dalle leggi, dai libri, dai ranking delle riviste o dei siti web.

Ed è rinunciando alla nostra capacità di usare la nostra intelligenza umana che ci stiamo rendendo sempre più schiavi, insicuri e impotenti, ma possiamo sempre cambiare. Riprenderci il controllo della nostra vita e ottimizzarla personalizzandola per ognuno di noi.

Cosa ne pensate? Quanto usate la vostra intelligenza individuale e quanto delegate al pensiero universale condiviso? Ditemi, aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quando superi le tue paure, ti senti libero...

 

dobbiamo parlare

dobbiamo parlare

Spesso parliamo dell’importanza del parlare e delle parole, delle parole che usiamo e dell’uso che ne facciamo, delle connotazioni che possono avere nella testa di chi parla e di chi sente, oggi voglio fare un invito e una difesa del “dobbiamo parlare”.

mio marito non mi ama più

mio marito non mi ama più

Dicono che molti anni fa c’era un prete che sapeva tutto sulle relazioni e sull’animo umano. Sapeva consigliare agli uomini, alle donne, ai genitori, ai figli, con la stessa facilità e serenità. Diceva che per lui non c’erano differenze, erano tutte persone.

La Padronanza del Sé (2016)

La Padronanza del Sé (2016)

Eanche oggi vorrei parlare dei toltechi, questa volta con Don Miguel Ruiz Jr., solo il figlio, e voglio parlarvi di La Padronanza del Sé, un riassunto degli insegnamenti toltechi inseriti in un percorso di sviluppo per diventare maestri.