Il principe azzurro non esiste (2019)

Anche oggi, per San Valentino, voglio parlare di un’altro libro di Giulio Cesare Giacobbe, preso da poco… Il Principe Azzurro Non Esiste. Una riflessione sulle aspettative idealistiche che ci fregano perchè non possono essere portate alla realtà.

Secondo lui, la “storia del principe azzurro” ha rovinato più vite (soprattutto femminili ma anche maschili) che le malattie infettive più pericolose. Vite sprecate alla ricerca di qualcosa che non esiste e anche vite sprecate a convivere con quelli che lo sembravano.

Partendo dalla storia del principe azzurro e la cenerentola, ci fa notare che non ci hanno detto cosa è successo “dopo” il loro incon-tro. Improvvisa una serie di possibili interviste a principi e principes-se di tutti i tempi, uomini e donne che hanno si sono trovati come loro… persone troppo diverse e con letture della loro storia molto diverse.

Poi analizza la figura del principe azzurro come dovrebbe essere secondo la sua definizione e ci fa vedere come sia materialmente impossibile trovare un uomo che corrispoda a tale definizione. E ci fa vedere come le principesse che lo cercano soffrono di una certa nevrosi infantile, che si può curare diventando adulte e in contatto con la realtà.

Per finire analizzando cos’è veramente l’amore e il romanticismo e la loro utilità per vivere meglio. Da adulti, anzi, da genitori, diventan-do re e regine.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Nick lo scatenato (1984)

Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sull’allenamento, e sul coaching.

il salto quantico

il salto quantico

Molti coach e guru amano parlare di salti quantici, spesso li dipingono come qualcosa di complicato, di strano, di magico, quasi irragiungibile per molti. Secondo me il salto quantico è qualcosa di semplice (che non vuol dire facile) e ve ne parlerò al prossimo incontro di facciamo pace.

facile, facile

facile, facile

Viviamo in un mondo che è governato, tra altri “concetti” stres-santi e frustranti, dal culto del “facile, facile“. Siamo circondati da apparati e apparecchi che ci rendono la vita più facile ma questo potrebbe tornarci contro come un boomerang.