Il primo dei bugiardi (2009)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film tanto particolare, ambientato in un mondo che non ha niente a che fare con il nostro, che a molti sembrerebbe perfetto, perchè nessuno sa mentire: Il primo dei bugiardi. Con un simpaticissimo Ricky Gervais  e una bellissima Jennifer Garner. Il titolo originale sarebbe l’invenzione della bugia.

La storia è ambientata in un mondo in cui tutti sono sinceri, sempre. Dicono sempre la verità, tutta. Non esistono ipocrisia e bugie, anche se si esiste la paura, che a mio parere è alla base di entrambe.

 Fino che, ad un certo punto, uno sfigatello in preda alla disperazione approfitta di un’opportunità per dire una bugia. E da lì scopre il potere delle bugie, e lo sfrutta per fare del bene, prima a se stesso e poi agli altri.

 Man mano che usa questo potere scopre la responsabilità che comporta questa capacità, sapendo che non è vero quello che fa credere agli altri e che li sta manipolando. Alla fine deve capire quando fermarsi, quando usarla e quando no.  E finisce per ri-scoprire la verità e il suo valore.

Non ho trovato il trailer in italiano, perciò ve lo lascio in inglese. Godetevelo! Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nella vita non ci sono errori, solo lezioni. Non esiste qualcosa che si possa chiamare esperienza negativa, ma occasioni per crescere, imparare e procedere lungo la strada del dominio di sé. Anche il dolore può essere un meraviglioso maestro

 

Psicotrappole (2013)

Questa settimana sono tornata a leggere qualcosa di Giorgio Nardone, che era da molto che non leggevo, e ho scelto Psicotrappole, che parla di come spesso ci costruiamo, la nostra mente costruisce, delle trappole in cui cadiamo sperando che comportamenti che hanno funzionato in passato debbano per forza funzionare di nuovo.

Malati di sesso (2018)

Anche questa settimana, una commedia italiana, Malati di sesso, con Francesco Apolloni, che oltre a protagonista è anche sceneggiatore e Gaia Bermani Amaral. Una commedia sentimentale sull’amore e il sesso, sulle donne e gli uomini, molto più simili di quanto normalmente ce li raccontino.

ma… tu, ti ami?

Dopo l’incontro della settimana scorsa di facciamo pace, parlando di quanto ci conosciamo siamo finiti a parlare di quanto dipendiamo gli uni dagli altri e ho avuto una delle mie piccole illuminazioni sull’amore incondizionato e sulle basi su cui si possa costruire.

amore, in che senso?

Spesso mi capita di sentire delle persone che dicono che l’amore per gli animali o “ricevuto” dagli animali è meglio di quello delle persone. Dicono che i cani siano più fedeli, che ci amino incondizionatamente e che sia meglio avere affianco un cane che un uomo…