Il Magico Potere di Sbattersene il Ca**o (2016)

Oggi voglio parlare di un libro di Sara Knight, Il Magico Potere di Sbattersene il Ca**o. Come smettere di perdere tempo (che non hai) a fare cose che non hai voglia di fare con persone che non ti piacciono. Un libro meraviglioso sulla falsa riga di quello di Marie Kondo‘,  Il magico potere del riordino, ma orientato più alla gestione del tempo e delle cose in cui pensare che alle cose in se.

Quello che ho amato di più del libro è che gioca con le parole, o meglio con i due significati della parola “sbattersi”. Da una parte possiamo sbatterci per le cose a cui teniamo, dall’altra possiamo sbatterci il ca**o per le cose che non ci possono fregare di meno. Il problema è che spesso ci sbattiamo per cose che non hanno per noi nessuna importanza e non abbiamo più tempo o energie per le cose che potrebbero avere importanza se solo ci fermassimo a pensare un attimo.

Infatti, il metodo prevede una presa di consapevolezza, di fare una fotografia, un’inventario delle cose da fare, delle cose per cui usare il nostro tempo, la nostra testa e il nostro cuore, e delle motivazioni che ci sono dietro. Solo così possiamo comprendere quante e quali cose stiamo facendo o crediamo di dover fare. E solo così possiamo decidere se vogliamo o non vogliamo continuare a abatterci per quel motivo.

L’altra cosa importante del metodo è il come communicare alle persone coinvolte che non dedicheremo più tempo, denaro o energie a quell’attività. E ci vanno due capacità da allenare: sincerità e gentilezza. Da dosare in diverse percentuali nei diversi momenti a seconda delle persone con cui abbiamo a che fare…

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da qualunque disavventura si può trarre un vantaggio (basta avere la pazienza di cercarlo)

 

Il Ritorno di Mary Poppins (2018)

Anche oggi, voglio parlare di immaginazione con Il Ritorno di Mary Poppins, molto particolare perchè è un musical e anche un mix di animazione e attori. Diciamo che a me piacciono tutti i generi, ma ve ne voglio parlare perchè credo che tutti abbiamo bisogno di questo tipo di messaggi… E, come cantano a metà film “non dovremmo giudicare un libro dalla copertina” nè un film dal suo genere.

di eroi e di battaglie

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

corpo, mente e spirito

Ieri stavo riflettendo alla ricerca di una nuova metafora per rappresentare la nostra tripla natura, come corpo, mente e spirito, un po’ ispirata dai libri che sto leggendo e preparando ma anche dai discordi con alcune persone molto scettiche, e mi sono ricordata i disegni delle isole che avevo fatto per parlare di ponti e di tunnel.

come si perde la vita

Dicono che c’era una volta un bambino che viveva con i nonni perchè i genitori erano morti quando era molto piccolo. I nonni erano anziani ma arzilli e non gli fecero mai mancare nulla. Cresceva felice e sereno finchè un giorno venne a mancare anche la nonna.