il cavallo giusto

Dicono che c’era una volta, un uomo molto ricco che invitò Nasrudin ad una battuta di caccia. Siccome voleva fare vedereche era importante, diede al saggio un cavallo molto lento. Il mullah non disse niente ma poco dopo tutti gli altri andarono veloci e lui rimase indietro.

Poco dopo iniziò a piovere. Non c’era nessun posto dove rifugiarsi e tutti i cacciatori finirono zuppi. Invece, Nasrudín, quando vide che iniziava a piovere, si tolse i vestiti li piegò e si sedete sopra. Quando la pioggia finì, si rivestì e tornò alla casa per pranzare insieme agli altri.

Nessuno poteva capire come avesse fatto per rimanere asciutto. Il suo cavallo era il più lento e sapevano che non  c’era posto per mettersi al riparo. Quando gli chiesero come avesse fatto disse: “sarà stato il cavallo”.

Il giorno seguente l’anfitrione prima di uscire si prese il cavallo che tutti credevano lento e offrì a Nasrudín quello che aveva usato lui stesso il giorno precedente. Anche quel giorno si mise a piovere, mentre tornavano a casa. Il ricco con quel cavallo così lento tornò a casa più  zuppo che mai. Mentre Nasrudin fece come il giorno anteriore e, di nuovo, fu l’unico che arrivò a casa asciutto.

L’uomo era molto arrabbiato e accusò Nasrudin, devi avere fatto qualcosa di magico e di diabolico, mi hai manipulato per convincermi a darti il cavallo più veloce e tenermi quello più lento.

— O forse, — disse il mullah — non avete fatto niente da parte vostra per ottenere quello che volevi indipendentmente dalle circostanze..

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

Scusate se esisto (2014)

Scusate se esisto (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di una commedia italiana con la meravigliosa Paola Cortellesi e un bellissimo e delizioso Raoul Bova gay, Scusate se esisto!. L’ennesima dimostrazione dell’umore che serve per vivere in questo nostro paese con le sue complessità e paradossi.

questione di priorità

questione di priorità

Ieri, all’incontro di facciamo pace, come previsto abbiamo parlato di valori e di priorità. Abbiamo visto chein un mondo complesso come quello in cui viviamo definire le nostre priorità se non vogliamo che le definiscano le circostanze o qualcun’altro.

voglio il gelato

voglio il gelato

Tanti anni fa, quando sono arrivata in Italia, ho fatto l’animatrice volontaria per un progetto di accoglienza di bambini bielorussi. Stavano in Italia due settimane e anche se la sera stavano con le famiglie, durante il giorno li tenevamo tutti insieme e li portavamo in piscina, a giocare, ecc.