il ballo dei contabili

Dicono che in un’epoca non troppo lontana, in uno stato del medio oriente, viveva un sultano. Ogni giorno aveva a che fare con un fedele contabile. In tanti anni non lo aveva mai tradito. Un brutto giorno, purtroppo, morì. Il sultano soffrì molto. Era legatissimo al suo contabile. Passata la tristezza, consigliato dai suoi ministri, inviò nelle città vicine dei banditori per reclutare un nuovo contabile per amministrare la sua ricchezza.

Entusiasti dall’incarico di prestigio, in molti si presentarono dal sultano. Ognuno di loro fu condotto nelle stanze del tesoro e lasciati li in attesa del verdetto. Nella stanza c’era tanto oro.

Successivamente furono chiamati tutti insieme al cospetto del sultano.

Improvvisamente il sultano battette le mani ed invitò i musici a suonare. “ballate su!oggi è un giorno di festa!”. I candidati contabili, non compresero le ragioni di quel gesto. Ingessati e con le mani al petto, iniziarono a ballare. Tutti erano impacciati, tranne uno che ballava con le braccia aperte e con vigore. Sembrava gli piacesse la situazione.

Poco dopo, il sultano, interruppe le danze. Chiamò il giovane ballerino e disse: “tu sarai il mio contabile”. Chiamò poi le guardie e ordinò di far decapitare tutti gli altri.

La decisione fece clamore e fu chiesto al sultano la motivazione. L’umo rispose: “Vedete. Questi uomini hanno rubato l’oro dalla camera dove li ho lasciati, e così quando ballavano avevano paura che le monete nascoste cadessero”. Indicando il nuovo contabile disse: “quest’uomo è onesto. Non aveva monete con sè e ballava sciolto”.

L’onestà ripagò il candidato che diventando contabile del Sultano fu ammirato, onorato e benvoluto.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Fatti il letto (2018)

Un’altro libro piccolo ma interessante è fatti il letto, scritto dall’ammiraglio William Harry Mcraven, in cui raccoglie i punti salienti del suo discorso davanti ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi. Un discorso pieno di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé.

Mia moglie per finta (2011)

Oggi per San Valentino, voglio parlarvi di una fantastica commedia romantica all’ammericana: After Earth, con Adam Sandler , Jennifer Aniston e Nicole Kidman, che sembrano aver fatto un patto col diavolo per sembrare sempre giovanissime e perfette.

coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

fette di salame

Q ualche giorno fa, durante una conversazione con una collega sulla comunicazione, parlavamo delle così dette “fette di salame” che a volte abbiamo quando amiamo o apprezziamo troppo qualcuno e che interferiscono con quello che capiamo di quello che lui o lei dice.