i tre vecchietti

Una donna stava innaffiando il giardino della sua casa quando vide tre vecchietti con i loro anni di esperienza, che stavano di fronte al suo giardino. Poiché non li conosceva disse:
— Non mi sembra di conoscervi, ma penso che siate affamati. Vi prego, entrate per mangiare qualcosa.
Essi domandarono se c’era il padrone di casa e quando la donna disse di no, dissero che non potevano entrare fino all’imbrunire, quando il marito sarebbe rincassato. Quando così fu ed ella gli raccontò tutto ciò che le era capitato, lui disse di dire loro che era rientrato e, dunque, invitarli pure ad entrare!
La donna uscì per invitare i tre uomini a casa ma loro dissero:
— Non possiamo entrare tutti e tre insieme in una casa
— Perché? — volle sapere lei.
— io mi chiamo Amore, — disse uno degli uomini — Il suo nome è Ricchezza — spiegò indicando uno dei suoi amici e — indicando l’altro — Il suo nome è Successo. Adesso va’ dentro e decidi con tuo marito quale di noi tre desiderate invitare a casa vostra.
La donna entrò in casa e raccontò a suo marito tutto ciò che i tre uomini le avevano detto. Lui si rallegrò e disse:
— Che bello! Se è cosi, allora invitiamo Ricchezza, che venga e riempia la nostra casa!
— Caro perché non invitiamo Successo? — disse sua moglie che non era del tutto d’accordo.
La figlia dei due coniugi, che  stava ascoltando dall’altra parte della casa, quando li sentì discuttere si avvicinò e disse:
— Non sarebbe meglio far entrare Amore? Così la nostra famiglia sarebbe piena di amore.
—  I tre si guardarono e decisero di invitare Amore perché fosse loro ospite.
— Chi di voi è Amore? Che venga, per favore, e sia il nostro invitato.
In quel momento Amore si alzò e cominciò ad avanzare in direzione della casa; anche gli altri due si alzarono e lo seguirono.
Alquanto sorpresa, la signora chiese a Ricchezza e a Successo:
— Ma, io ho invitato solo Amore, venite anche voi? Avevate detto che dovevamo scegliere…
— Infatti — replicarono insieme i tre vecchietti— Se avessi invitato Ricchezza o Successo gli altri due sarebbero rimasti fuori, ma giacché hai invitato Amore, ovunque egli vada, noi andiamo con lui.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da qualunque disavventura si può trarre un vantaggio (basta avere la pazienza di cercarlo)

 

enneagramma

Al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di un argomento leggermente diverso da quelli delle ultime settimane, anche se sempre utile per conoscerci meglio, comprendere cosa ci muove, le risorse, i pensieri compulsivi, ecc. La semplicità e la chiarezza del sistema lo rendono ideale per l’autoconoscenza, l’educazione, il rapporto di coppia, i rapporti sociali, l’ambito aziendale e qualsiasi dinamica di gruppo.

forza e coraggio

Abbiamo detto in diverse occasioni che il lavoro che facciamo per cambiare punto di vista prevede di “disimparare” il significato che diamo normalmente ad alcune parole. Una di queste parole è “forza”, siete come me, spesso vi sentirete dire che siete forti, ma viene usato in un modo che sembra più una condanna che qualcosa di positivo…

ce l’hai con me?

Dicono che c’era una volta, un uomo disperato dopo una giornata terribile entro in chiesa piangendo e riuscì a parlare con Dio.
— Posso farti una domanda? — chiese.
— Certo — rispose Dio.
— Promettimi che non ti arrabbierai ..
— Prometto — rispose Dio — Non sono uno che si arrabbia così facilmente…